Addio ad Antonio, instancabile volontario della Croce Rossa di Piacenza

Antonio Righi, instancabile volontario della Croce Rossa di Piacenza, ha combattuto contro il Coronavirus fino all’ultimo, ma non ce l’ha fatta: si è spento a 67 anni nella mattina di giovedì 9 aprile all’ospedale di Piacenza, dov’era ricoverato dal 7 marzo scorso. Righi lascia la moglie e un figlio.

antonio righi croce rossa

“Se n’è andato un amico, un compagno, un ottimo soccorritore che era entrato a far parte di Croce Rossa nel 2008 – ricorda Giorgio Taroni, anch’egli volontario della Cri di Piacenza da tanti anni e che con Antonio faceva turno fisso da una decina di anni -. Assieme dedicavano il nostro tempo libero al servizio della comunità, sulle ambulanze, alle partite di calcio allo stadio, sugli eventi sportivi, le fiere e in ambito di protezione civile. Antonio era un uomo di poche parole, concreto e generoso. Un caro amico che già manca a tutti”.

“Un lutto che colpisce come un fulmine a ciel sereno tutta Croce Rossa di Piacenza e provincia – commenta commosso Michele Gorrini, responsabile Cri della Sede di Piacenza -. Era un instancabile soccorritore che svolgeva servizio tre volte a settimana, una persona sempre disponibile. Quando ci fu bisogno di andare a prestare soccorso alle popolazioni colpite da terremoto avvenuto in Emilia nel maggio del 2012, Antonio fu tra i primi a dare la propria piena disponibilità a partire. Lascia un vuoto indescrivibile”.

IL CORDOGLIO DEGLI AUTISTI SOCCORRITORI – L’Associazione Autisti Soccorritori Italiani (AASI) esprime “condoglianze e vicinanza alla famiglia” del volontario Antonio Righi. “Ricordando – scrivono – che in lui si rispecchiano i sette principi della Croce Rossa: umanità, imparzialità, neutralità, indipendenza, volontarietà, unità. universalità, L’AASI chiede, “per non dimenticare un uomo che si è sempre speso per il proprio territorio e per la propria regione”, di “intitolare un luogo pubblico alla memoria”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.