Avvicinare pazienti e familiari, raccolta fondi per smartphone e tablet da donare all’ospedale

Supportare le strutture ospedaliere nell’emergenza Covid-19 donando tablet e smartphone con cui i pazienti possano comunicare con i parenti all’esterno.

E’ l’obiettivo dell’associazione PER NIA Onlus con il progetto “Più vicini meno soli”, che coinvolge anche l’ospedale “Guglielmo da Saliceto di Piacenza”, per il quale è stata lanciata una raccolta fondi: “Vogliamo accorciare la distanza tra i malati ricoverati, da subito in isolamento, ed i loro familiari tramite la donazione di smartphone e tablet pronti all’uso e con connessione illimitata – spiegano dall’associazione -. Troppe persone, in questi giorni, vivono la stessa drammatica realtà: troppi nonni, genitori stanno morendo senza nemmeno la possibilità di stargli “vicino” un’ultima volta. Questo riguarda anche le persone meno gravi che risentono emotivamente della solitudine, del vissuto dell’abbandono, portandoli a sentirsi confusi e ansiosi. Sentire i propri cari può fare la differenza nell’affrontare la malattia e l’emergenza. Dall’altra parte, il personale sanitario, è sotto pressione da troppi giorni senza avere la possibilità di ricevere un supporto psicologico che lo possa aiutare nella gestione dello stress, del carico di lavoro e della mancanza della famiglia”.

Per tutte le informazioni e i dettagli dei costi, delle strutture coinvolte e di come donare (Facebook, Satispay o bonifico) è possibile visitare il sito https://www.piuvicinimenosoli.it.

La PER NIA Onlus, nata a Torino tre anni fa, è una associazione italiana nata dalla voglia di mantenere vivo il ricordo di un amico e un fratello attraverso il suo operato. L’associazione ha lo scopo di dare un aiuto concreto alle persone svantaggiate per ragioni fisiche, psichiche, economiche, sociali o familiari, arrecando loro benefici conseguenti dallo svolgimento di prestazioni con finalità di solidarietà sociale, quali l’organizzazione di borse di studio, altre iniziative di carattere formativo in via diretta o indiretta, supporto nella realizzazione di strutture e progetti che coinvolgano adulti e minori in ambito sanitario, formativo, sociale e residenziale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.