Quantcast

Baseball, il derby Codogno-Piacenza come simbolo della ripartenza sportiva italiana

Dopo il rinvio dei campionati al 14 giugno, la Fibs (Federazione Italiana Baseball e Softball) ha diramato i nuovi calendari dei gironi di serie B.

Il derby Codogno-Piacenza mantiene la sua collocazione alla prima giornata e non a caso è stato scelto come evento celebrativo della ripresa di tutta l’attività sportiva nazionale, non solo del baseball. “Sarò lì con loro – ha promesso il Presidente Federale Andrea Marcon – al derby tra le squadre di due città simbolo della lotta alla pandemia covid-19. Sono convinto che anche chi non potrà essere presente fisicamente, lo sarà col pensiero da tutti i diamanti italiani. Spero che potremo confermare questa data per celebrare questo primo passo verso la normalità, ma, comunque vada, io sarò a Codogno quando la stagione si aprirà”.

“Ecco perchè – commenta il Piacenza Baseball – il primo impegno del Piacenza può diventare un evento di portata nazionale, coincidente con la graduale ripresa di tutto lo sport tricolore. Oltretutto per il baseball non si tratterebbe di riprendere un discorso bruscamente interrotto bensì di iniziare una nuova grande stagione. Il derby del Po farebbe da volano alla ripresa di tutto il mondo sportivo, partendo da quell’angolo di pianura Padana particolarmente martoriato dal virus maledetto. Gli sport del diamante, per natura disputati nei mesi caldi, quindi in contro-stagionalità rispetto agli altri sport di squadra, possono permettersi di spostare i loro campionati da marzo a giugno, con una flessibilità che consente il rinvio del play-ball fino al 12 luglio senza cambiare format”.

Tornando al nuovo calendario si può osservare come i biancorossi, dopo l’esordio a Codogno, saranno per due domeniche consecutive al De Benedetti contro Milano 1946 e la matricola Ares Milano. Il 5 luglio viaggio a Fossano con l’andata che terminerà sette giorni dopo in casa contro Reggio Emilia. Il ritorno, a diamanti invertiti, a partire dal 26 luglio, poi sosta fino al 30 agosto e termine il 20 settembre. Una formula gioco forza ridotta, senza play-off e senza retrocessioni, ma con la prima del girone direttamente promossa in A2.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.