Fiorenzuola, al via le domande per i buoni spesa finanziati dalla Protezione Civile

Più informazioni su

A Fiorenzuola (Piacenza) da oggi è possibile scaricare e presentare la domanda per ottenere i buoni spesa finanziati dalla Protezione Civile.

Al comune della val d’Arda sono stati destinati in tutto 81mila 113 euro: con questi fondi, l’ordinanza a firma del sindaco Romeo Gandolfi prevede quindi l’erogazione di buoni utilizzabili per generi alimentari e prodotti di prima necessità, a disposizione dei nuclei familiari più esposti agli effetti economici dell’epidemia Covid-19 e a quelli in stato di bisogno. Tutti i dettagli – con modalità e requisiti di accesso ai buoni spesa – sono stati pubblicati sul sito del Comune di Fiorenzuola.

I buoni – si legge – dovranno assegnarsi prioritariamente a nuclei che NON risultino già destinatari di misure continuativa di sostegno pubblico al reddito (es. reddito di cittadinanza, indennità di disoccupazione, reddito di inclusione, cassa integrazione ordinaria/straordinaria, contributi periodici dei servizi sociali, assegno mensile di cui al DL 18/2020 ecc).

La presentazione della domanda sarà possibile dal 3 al 10 aprile 2020Possono presentare domanda di buono spesa:

– Nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L. 18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore nel primo trimestre 2020.

– Lavoratori dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato con contrattto scaduto nel primo trimestre 2020 e non rinnovato purchè non aventi diritto a indennità di disoccupazione;

– Lavoratori autonomi con reddito inferiore, in base all’ultima dichiarazione dei redditi, a € 15.000 che abbiano subito una riduzione significativa delle commesse a seguito dell’emergenza sanitaria in atto.;

– Persone con ISEE inferiore a 8.000 euro che non percepiscano né abbiano percepito nel corso del 2019-2020 misure continuative di sostegno pubblico al reddito ;

– Nuclei che includono al loro interno persone frequentanti tirocini sospesi a seguito dell’emergenza da coronavirus

– Nuclei che includono al loro interno persone con disabilità grave o anziani, abitualmente frequentanti i centri diurni del territorio, la cui frequenza è attualmente sospesa.

COME PRESENTARE LA DOMANDA – La domanda – spiega l’Amministrazione – dovrà essere redatta sottoforma di dichiarazione sostitutiva di certificazione ex art. 46 del DPR 445/2000, nella consapevolezza delle responsabilità penali nelle quali si incorre qualora si dichiari il falso, secondo il modello allegato (SCARICA QUI). Il Comune si riserva di controllare la veridicità delle dichiarazioni fornite. L’erogazione del buono spesa non può essere effettuata verso soggetti per i quali la situazione di emergenza epidemiologica non ha direttamente comportato riduzioni del reddito (es. pensionati, lavoratori dipendenti, titolari di imprese con attività non sospese)

In relazione alla situazione economico-familiare dichiarata, l’attribuzione dei punteggi, ai fini della redazione della graduatoria, avverrà in base alla seguente tabella:

– Nuclei familiari monoreddito il cui titolare ha richiesto trattamento di sostegno al reddito o il datore di lavoro ha richiesto ammissione al trattamento di sostegno del reddito, ai sensi del D.L. 18/2020, o il datore di lavoro abbia sospeso e/o ridotto l’orario di lavoro per cause non riconducibili a responsabilità del lavoratore nel primo trimestre 2020: 10 punti

– Lavoratori dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato con contratto scaduto nel primo trimestre 2020 e non rinnovato purchè non aventi diritto a indennità di disoccupazione: 8,0 punti

– Lavoratori autonomi con reddito inferiore, in base all’ultima dichiarazione dei redditi, a € 15.000 che abbiano subito una riduzione significativa delle commesse a seguito dell’emergenza sanitaria in atto: 7,0 punti

– Persone con ISEE inferiore a 8.000 euro che non percepiscano né abbiano percepito nel corso del 2019-2020 alcuna misura di sostegno pubblico al reddito: 5,0 punti

– Nuclei che includono al loro interno persone frequentanti tirocini sospesi a seguito dell’emergenza da coronavirus: 4,0 punti

– Nuclei che includono al loro interno persone con disabilità grave o anziani abitualmente frequentanti i centri diurni del territorio, la cui frequenza è attualmente sospesa: 3,0 punti

I punteggi sono fra loro cumulabili. L’assegnazione dei buoni avverrà sino ad esaurimento risorse. I buoni spesa erogati saranno commisurati proporzionalmente al numero dei componenti del nucleo familiare, non potendo comunque superare l’importo massimo di € 300 a nucleo familiare: 1 componente €. 100.00; dai 2 ai 3 componenti €. 150.00; oltre i 4 componenti €. 300.00.

Per la presentazione della domanda, è possibile inviare la richiesta per e-mail all’indirizzo assistenza@comune.fiorenzuola.pc.it allegando la copia scansionata (anche con foto del cellulare) della carta di identità. E’possibile anche la presentazione via WhatsApp, con l’invio del modulo compilato e della carta d’identità al numero 366/6940367. Nel caso in cui non si possa spedire per email o WhatsApp la domanda, è possibile la presentazione della stessa presso apposita urna predisposta nei pressi dell’l’Ufficio Assistenza del Comune di Fiorenzuola D’Arda, Via Garibaldi 46 nei seguenti giorni e orari: dal lunedì al sabato dalle 8 alle 13.

Verranno comunicati successivamente le modalità di erogazione dei buoni spesa e gli esercizi commerciali del territorio presso cui sarà possibile spenderli.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.