Hub terapia intensiva, Rancan e Stragliati (Lega) “Piacenza esclusa, ennesimo affronto”

“Con un progetto della Regione, e un investimento di oltre 26 milioni di euro, nasce sul territorio emiliano-romagnolo il Covid Intensive Care: una rete di terapie intensive con 146 posti letto sempre utilizzabile, per assistere pazienti che si sono ammalati o si potrebbero ammalare di Coronavirus. La rete, infatti, sarà strutturale. Tuttavia Piacenza, nonostante i suoi 710 morti “certificati” per Covid-19 sui 2.564 contati finora (il 27,7% dei decessi dell’Emilia-Romagna), resterà tagliata fuori dal Covid Intensive Care che invece interesserà le città di Parma, Modena, Bologna e Rimini”.

Così il capogruppo Lega E-R, Matteo Rancan, e la consigliera regionale piacentina del Carroccio, Valentina Stragliati, sul nuovo Hub di terapia intensiva annunciato da Bonaccini. “Nonostante la provincia piacentina sia quella che ha subìto il colpo più duro da parte di questa epidemia il governatore Stefano Bonaccini continua a non considerarla. Un vero affronto, l’ennesimo. Bonaccini, del resto, non fa che confermare quella che è stata la sua politica sino ad oggi: una politica cieca e sorda rispetto alle istanze del nostro territorio, una politica che ha sempre lasciato ai margini Piacenza. Il nostro territorio, invece, rivendica più attenzione da parte delle politiche regionali, per quello che esprime in termini agricoltura, industria, viabilità e per la sua posizione strategica a cavallo fra Lombardia ed Emilia”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Cappe

    Ma questi… a Piacenza hanno già concesso di fare un nuovo ospedale, direi che è sufficiente, no? Anche perchè – scusate. – ma con le attuali strutture come facciamo a permetterci un hub di terapia intensiva quando sono già full?