Il grazie di un paziente ai suoi “angeli senza volto”

“Propongo questa mia testimonianza per dire che sono stato colpito dall’impegno profuso dal personale medico-infermieristico, da tutti i professionisti che mi hanno curato, a partire dal Pronto soccorso, dove ho visto una volontà di aiutare che andava al di là del dovere professionale. Purtroppo i dispositivi di protezione di cui erano dotati mi impediranno un giorno di riconoscere per strada tutti questi “angeli senza volto”, come li avevo mentalmente battezzati!”.

La pagina Facebook di Ausl Piacenza ha pubblicato la testimonianza di Carlo Fantini, colpito dal virus covid 19 e ricoverato in ospedale per alcune settimane. “Concludo volgendo un pensiero a tutte le belle persone incontrate – scrive -, che spero di riuscire un giorno a ringraziare una a una. Si tratta di un’immensa risorsa umana e di una capacità di dedizione e di sacrificio che meritano la profonda riconoscenza di tutti cittadini e, mi auguro, di tutte le Istituzioni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.