Quantcast

La Banca di Piacenza non rinuncia al Concerto di Pasqua: edizione in streaming da S. Maria di Campagna

Quest’anno – per l’emergenza legata al virus Corona – la Banca di Piacenza non ha potuto tenere il Concerto di Pasqua, che per ben 33 anni ha accompagnato i piacentini in occasione della festività (le ultime edizioni si sono tenute nella Basilica di Sant’Eufemia).

Non volendo privare la comunità della 34ª edizione, sempre programmato per il lunedì prima di Pasqua, la Banca ha pensato – non potendo fare un concerto con orchestra date le regole del distanziamento sociale – che l’unica possibilità di non interrompere la tradizione fosse quella di organizzare un concerto di organi (in una chiesa che ne ha due, Serassi addirittura) in streaming sia audio che video, avvalendosi della collaborazione della prof. Giuseppina Perotti.

Gli organisti Paolo Bottini e Federico Perotti suoneranno da Santa Maria di Campagna – la Basilica che dallo stesso numero di anni riunisce tantissimi cittadini in occasione del Concerto degli auguri a Natale – sul Grande e sul Piccolo Serassi. Quest’ultimo era prima conservato al Teatro Municipale di Piacenza e una ventina di anni fa è stato restaurato dalla Banca e portato in Santa Maria di Campagna, così ottenendo che questa diventasse una delle poche chiese in Italia ad avere due Serassi.

Il concerto si potrà vedere ed ascoltare a Pasqua, alle ore 17, collegandosi al sito della Banca (www.bancadipiacenza.it) o alla pagina Facebook (www.facebook.com/BancadiPiacenza/) della Banca. Sarà un concerto particolarmente accattivante, non solo per intenditori: Padre Davide da Bergamo – grande compositore, organista e progettista d’organo (fu il primo concertista italiano d’organo) – rinnovò per questo l’organo della Basilica piacentina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.