La Fibs propone la metà di giugno per il via ai campionati di baseball

Più informazioni su

Il Consiglio Direttivo della Fibs, nella sua ultima recente seduta ha individuato nel week-end del 12-14 giugno la data per il possibile inizio dei campionati.

Un’ulteriore proroga dopo un primo rinvio dal 5 al 19 aprile. La dirigenza federale si è altresì dichiarata intenzionata a confrontarsi con le società in merito a quelle che potrebbero essere le modifiche da apportare alle formule dei vari tornei, stante la forzata riduzione dei periodi di attività ufficiale. Per la Serie B, che interessa al Piacenza Baseball, l’appuntamento, in videoconferenza, è per martedì 7 aprile, al quale sono state invitate tutte e 30 le Società.

La Fibs ha già anticipato una bozza di format per la stagione che, ha tenuto a precisare, rappresenta solo una base di partenza sulla quale discutere. La proposta prevede 5 gironi da 6 squadre anzichè i previsti 4 da 7/8 squadre. Inizio come detto domenica 14 giugno e, dopo cinque turni di andata ed altrettanti di ritorno, si finirebbe il 20 settembre con pausa ad agosto e due turni riservati a possibili recuperi. Nessun accenno ad eventuali play-off e conseguentemente a possibili promozioni in A2, mentre quel che è certo è che non ci saranno retrocessioni in C. Una strutturazione che forse potrebbe restare in piedi anche se si dilatassero ulteriormente i tempi dell’emergenza e non si potesse tornare in campo a metà giugno ma dopo.

Vedremo quante società si dichiareranno pronte per quelle date, virus permettendo, e quali controproposte verranno fuori dalla riunione. Piacenza sta alla finestra, dibattuto tra la voglia di giocare ed una realtà ancora troppo difficile. “Apprezziamo la strenua volontà della Federazione nel tentare tutte le vie possibili per poter organizzare i campionati – fanno sapere i dirigenti piacentini -, ma onestamente vediamo il tempo del gioco ancora lontano e, pur dichiarandoci disponibili, non possiamo far altro che aspettare gli eventi e capire se uno spiraglio si può aprire in un momento così tragico”.

Ricordiamo che se tutto si fosse svolto come da programma, il Piacenza avrebbe iniziato il campionato domenica 5 aprile con l’atteso derby a Codogno. Nel proprio girone avrebbe incontrato anche Fossano (CN), Milano, Ares Milano, Junio Parma, Crocetta Parma e Reggio Emilia. Una stagione dalla quale ci si attendava tanto ed in vista della quale la dirigenza biancorossa aveva allestito una rosa sulla carta più che competitiva. Al momento tutto resta confinato ai ricordi ed ai buoni propositi, nella speranza che qualcosa, almeno parzialmente, possa essere messo in scena.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.