“Le morti per Covid 19 potrebbero essere molte di più di quelle accertate”

“Dalle indagini che ho effettuato insieme a tutti i sindaci della provincia emerge chiaramente un’anomalia che fa pensare che i decessi per Covid-19 siano molti di più rispetto a quanto accertato e dichiarato”.

Lo ha detto il sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, nel suo consueto post di aggiornamento serale su Facebook. Una valutazione già contenuta nella nota diffusa dal Comune di Piacenza, in cui viene eseguito un primo bilancio circa i decessi avvenuti nel capoluogo e nell’intera provincia nel mese di marzo. I decessi in più rispetto alla media dello stesso mese nei due anni precedenti sono in tutto 1050, un numero superiore ai 548 riconducibili a coronavirus, e che quindi dovrà essere oggetto di ulteriori indagini.

Il sindaco Barbieri inoltre lamenta come, negli ultimi giorni, sia aumentato il numero di persone che esce di casa violando le restrizioni, così come le attività che cercano di riaprire. “Siamo ancora in emergenza, faccio appello al senso di responsabilità dei cittadini” ha detto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.