“Martedì prima riunione del tavolo anti crisi. E’ l’ora della coesione”

Si riunirà martedì 21 aprile il tavolo anti crisi, con la partecipazione delle associazioni di categoria, sindacati e del ministro Paola De Micheli, insieme a parlamentari e consiglieri regionali.

Lo annuncia il sindaco e presidente della Provincia di Piacenza, Patrizia Barbieri, che fa, dopo le polemiche degli ultimi giorni, un appello all’unità per contenere le ripercussioni sull’economia della crisi sanitaria che ha travolto il nostro territorio. “Per governare l’emergenza sanitaria abbiamo preso decisioni giorno per giorno, costruendo le difese contro questo nemico sconosciuto, mettendo in campo tutte le risorse possibili. Ma per affrontare e superare la crisi economica, individuando le azioni strategiche, saranno determinanti le scelte che faremo oggi” dice il sindaco Barbieri.

“Accanto al tavolo provinciale sul lavoro che vedrà coinvolte tutte le parti datoriali e sindacali, che si riunirà già martedì prossimo e sarà fondamentale per tutelare i posti di lavoro, difendere le attività familiari, garantire che le imprese possano ripartire in sicurezza, ho ritenuto fondamentale chiedere la disponibilità a tutti i nostri rappresentanti eletti per lavorare insieme, mettendo da parte ogni colore politico, avendo come unico obiettivo comune quello di proteggere il territorio. Ho invitato il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, On. Paola De Micheli, i Parlamentari piacentini Sen. Pietro Pisani, On. Pier Luigi Bersani, On. Tommaso Foti e On. Elena Murelli, i Consiglieri Regionali Matteo Rancan, Valentina Stragliati, Giancarlo Tagliaferri, Katia Tarasconi, ad un tavolo permanente per confrontarci sulle azioni strategiche per Piacenza e la nostra Provincia”.

“L’obiettivo è comune, e questo è il momento dell’unità e della coesione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.