Alla Croce Rossa Piacenza il sostegno di Acrobatic Fitness, Rotary e Lions Club

Nella mattinata di sabato 4 aprile i dirigenti della palestra “Acrobatic Fitness Club” di Piacenza hanno donato un assegno da 4mila euro al Comitato di Croce Rossa Italiana di Piacenza.

“Questa somma è da parte di tutti i tesserati, da parte dei dirigenti Daniele, Davide e Stefano, un piccolo gesto per quanto avete fatto e tutto ciò che state facendo per Piacenza”, hanno spiegato i promotori dell’iniziativa nel consegnare l’assegno direttamente nelle mani di Alessandro Guidotti, presidente provinciale della Cri di Piacenza “Ringrazio la famiglia Bavagnoli, la palestra Acrobatic e tutti i loro associati – le parole di Guidotti -. Grazie a tutti coloro che hanno contribuito a raccogliere questa somma importante. La destineremo per l’acquisto di un veicolo che sarà dedicato alla consegna di farmaci salvavita e della spesa a domicilio per le persone anziane o malate, o comunque impossibilitate ad uscire autonomamente”.

croce rossa assegno palestra acrobati

“Come Croce Rossa di Piacenza stiamo servendo tante famiglie – ha spiegato il presidente Guidotti -. Ogni giorno consegniamo beni e farmaci di primaria necessità, solo in città sono attive 5 squadre di volontari, tra le cui fila sono attivamente impegnati anche i volontari temporanei. Abbiamo altresì attivato questo prezioso servizio anche nel territorio provinciale, dove Croce Rossa conta 11 sedi, tuttavia abbiamo necessità di ampliare il parco mezzi: per poter garantire la consegna di farmaci e spesa a chi ha bisogno. Confidiamo che arrivino altre donazioni che vadano a concorrere all’acquisto di autovetture che saranno dedicate a queste attività”.

Ricordiamo che è possibile donare facendo un bonifico sul c/c acceso presso la Sede Centrale della Banca di Piacenza, Iban IT58 E051 5612 600C C000 0037 440, intestato a Croce Rossa di Piacenza oppure tramite il sito internet Crowdfounding.

croce rossa assegno palestra acrobati

Anche il Rotary Piacenza e il Club Lions Gotico scendono in campo a sostegno della Croce Rossa di Piacenza.

Il Rotary Club Piacenza ha raccolto dei fondi destinati alla Croce Rossa di Piacenza che saranno utilizzati per l’acquisto di apparecchiature che consentiranno di sanificare totalmente sia le ambulanze che i veicoli impiegati per la consegna dei farmaci e dei viveri a domicilio.

La Croce Rossa attualmente effettua la sanificazione (per ora delle sole ambulanze) per mezzo dell’Azienda Usl, con inevitabili tempi d’attesa. Ora, con la consegna degli apparecchi ozonizzatori, la Croce Rossa si renderà autosufficiente in queste procedure.

“Siamo vicini alla comunità piacentina – dice in una nota rivolta ai soci del Rotary Club il presidente Pietro Coppelli – che è stata messa duramente alla prova dalla crisi sanitaria provocata dall’epidemia da Coronavirus”.

Si affianca a questa iniziativa anche quella di aver contribuito all’acquisto di dispositivi di protezione individuale destinati agli operatori della Croce Rossa.

“Dal Rotary Piacenza – commenta il presidente provinciale della Croce Rossa di Piacenza Alessandro Guidotti – abbiamo ricevuto un importante contributo per finanziare l’acquisto di attrezzature essenziali per svolgere al meglio il nostro servizio alla cittadinanza”.

Anche il Lions Club Gotico ha effettuato una donazione a favore della Croce Rossa di Piacenza. Somma che andrà a concorrere per l’ acquisto di una nuova autombulanza da affiancare alle tante che, ormai da oltre un mese, vengono utilizzate giorno e notte per affrontare l’emergenza Covid19.

“La Croce Rossa di Piacenza – si legge nel comunicato – è grata al Lions Club Gotico e a tutti i suoi associati per il prezioso gesto di generosità effettuato nei giorni scorsi a favore della nostra associazione”.

“Il contributo del Lions, unitamente ad altri pervenuti nei giorni scorsi da parte di privati cittadini, imprese e aziende ci consentirà di ordinare un nuovo mezzo da aggiungere agli altri che purtroppo si stanno usurando precocemente a causa dell’assiduo utilizzo occorso nelle ultime settimane”.

Nella tarda mattinata di sabato 4 aprile il prefetto di Piacenza Maurizio Falco ha fatto visita nella sede delle Croce Rossa in viale Malta.

Il prefetto si è voluto complimentare di persona con i volontari e di dipendenti della Cri per il lavoro che stanno svolgendo da settimane. Ha incontrato Alessandro Guidotti e Pilade Cortellazzi, rispettivamente presidente e vicepresidente della Croce Rossa di Piacenza, e Michele Gorrini, delegato della Sede Cri di Piacenza.

Nell’occasione ha anche incontrato alcuni dei cosiddetti volontari temporanei, persone comuni che si sono spontaneamente messe a disposizione della Croce Rossa per aiutare i propri concittadini.

“Sono molto felice di questa esperienza – ha raccontato visibilmente commossa Katia Tansini, una dei nuovi volontari temporanei, al prefetto – Mi si scalda il cuore poter essere d’aiuto, e sono io a ringraziare Croce Rossa per questa opportunità che mi è stata data”.

prefetto in croce rossa

“La Croce Rossa ringrazia il prefetto di Piacenza per questa gradita visita  – ha commentato il presidente Guidotti -. Anche oggi il nostro personale è impegnato per portare soccorso e aiuto alla popolazione. L’emergenza sanitaria è ancora in corso e non dobbiamo assolutamente abbassare la guardia. Fortunatamente, l’impegno di tutti i sanitari unito al fatto che la gente rimane nelle proprie abitazioni, riducendo i contatti e di conseguenza i contagi, si vede una luce in fondo al tunnel. Assistiamo invece ad un aumento delle richieste di aiuto da parte delle fasce d’età più anziana, costretta a casa. Croce Rossa continua ad aiutare: portando a domicilio farmaci e generi alimentari a chi non si può muovere di casa. Lo facciamo in collaborazione con il Comune di Piacenza e con gli undici comuni del territorio provinciale laddove ci sono sedi della Croce Rossa. Ciò è stato reso possibile grazie al Gruppo Giovani Cri e grazie agli oltre 300 volontari temporanei che hanno ci contattato, si sono messi a disposizione e hanno effettuate un corso online dalla durata di 2 ore. Pur non essendo loro concesso prestare servizio in ambulanza, ci aiutano accompagnando il nostro personale, volontario e dipendente, sui nostri mezzi per effettuare queste consegne”.

Pertanto, se sotto il profilo della forza lavoro Croce Rossa si dice soddisfatta “Ora, la necessità che ravvediamo è quella di aumentare il numero dei veicoli – prosegue Guidotti – in quanto questo tipo di servizio non è possibile farlo con le ambulanze, che non possono essere sottratte utilizzate per il trasporto dei pazienti. Le famiglie che hanno bisogno del nostro aiuto sono tantissime, con le donazioni che stiamo ricevendo andremo quindi ad ampliare il parco mezzi”.

“Mi congratulo con quanto state facendo – ha detto il prefetto Falco – e questa mia visita è tutt’altro che formale. La cosa intelligente è prepararci, se c’è una luce in fondo al tunnel, a vedere cosa dovremo fare di meglio per il futuro. Il nostro è un lavoro un po’ difficile, di coordinamento, d’individuazione di necessità, di capacità di risposta pronta e veloce. E quindi la Croce Rossa ha immediatamente fatto sapere, sia oggi che al tavolo tecnico svoltosi in prefettura, quali possono essere gli strumenti per migliorare la nostra azione. Gli uomini hanno sin cuore meraviglioso, ma qualche mezzo in più, un’automobile per la distribuzione veloce di generi alimentari o farmaci, che non vada a sovrapporsi all’utilizzo delle ambulanze, è qualcosa che assolutamente noi dobbiamo mettere nel cuore. La generosità dei piacentini è enorme, e in questo particolare e difficile momento si sta esprimendo, anche in termini di mascherine, e presidi sanitari di protezione individuale. Dobbiamo far emergere anche la necessità futura di altre tecnologie. Voi siete gli strumenti positivi di questa azione capillare sul territorio, voi come le forze dell’ordine andate immediatamente lì dove l’allarme si è verificato. Per cui non posso che ringraziarvi, al di fuori di ogni forma e formula. So che significa andare in guerra, dobbiamo dare le armi migliori ai nostri soldati”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.