Quantcast

“Pasquetta in Voga”, sei medaglie per i canottieri della Vitto alla regata virtuale

L’emergenza Coronavirus non riesce a frenare del tutto la fame di sport che migliaia di atleti, di ogni disciplina, avvertono con sempre maggiore insistenza.

E se l’attività agonistica non può ancora essere praticata secondo i canoni tradizionali, per ovvi motivi di tutela della salute, la tecnologia riesce a colmare, almeno in parte, questa lacuna. Ed è proprio nell’ottica di questa filosofia che si è svolta la “Pasquetta in Voga”, una gara di canottaggio virtuale sui remoergometri effettuata sulla distanza dei 2.000 metri e sul circuito GBAD (gambe, braccia, addominali) a cui ha preso parte anche una squadra della Vittorino da Feltre. L’evento, organizzato dal Comitato regionale Friuli Venezia Giulia della Federcanottaggio con il contributo del Comitato emiliano-romagnolo e di quello veneto, ha visto la partecipazione complessiva di 578 atleti di tutte le categorie in rappresentanza di 31 diverse società non solo dei comitati organizzatori ma anche delle Marche, dell’Abruzzo, della Sardegna e della Slovenia.

Una gara che, alla luce dell’annullamento di tutte le regate in acqua almeno fino alla fine di giugno, ha riscosso un successo che è andato ben oltre le più rosee aspettative degli organizzatori che hanno così potuto mettere a confronto, seppur in maniera virtuale, i loro atleti che in queste settimane hanno continuato ad allenarsi grazie appunto ai remoergometri messi loro a disposizione delle società remiere.

Tra le compagini che hanno preso parte alla “Pasquetta in Voga” anche la Vittorino da Feltre con una squadra composta da dodici atleti Under 14, agli ordini del tecnico Paolo Michelotti, tutti schierati nel circuito GBAD: Gabriel Manzi, Adele Zermani, Pietro Campominosi, Marco Tinelli, Jacopo Sergi, Asia Gamaleri, Dario Guerra, Corrado Rasparini, Leonardo Ghioni, Nicola Balduzzi, Christian Orlandi e Sebastiano Gruppi. Per gli atleti biancorossi non soltanto la soddisfazione di confrontarsi dopo tanto tempo, anche se in modo virtuale, con altri canottieri, ma anche la gioia di conquistare quattro medaglie d’argento e due di bronzo.

“E’ stata un’occasione importante – precisa il tecnico biancorosso Paolo Michelotti – per permettere ai ragazzi di riprendere confidenza, anche se soltanto in modo virtuale e tecnologico, con le competizioni agonistiche. Al di la delle classifiche e dei piazzamenti, la “Pasquetta in Voga” ha avuto un significato ben preciso che è quello di mantenere sempre viva la voglia di sport dei nostri ragazzi e di mantenere alta l’attenzione su questa drammatica emergenza sanitaria che stiamo vivendo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.