Pronto Soccorso Psicologico “Chiedere aiuto non è arrendersi, ma lottare”

“Questa emergenza non è soltanto sanitaria, ma anche psicologica, così ho pensato di avviare un servizio di Pronto Soccorso Psicologico, gratuito e aperto a tutti”.

E’ l’idea avviata da Michela Ridella, pediatra e a capo dello studio pediatrico 018 a Piacenza. “E’ possibile accedere a questo servizio chiamando il numero 3381661452 dal lunedì al sabato, dalle ore 11 alle ore 13, al telefono o se preferite in videochiamata. Risponderà Eleonora Casazza, la psicologa che lavora con noi da quando lo Studio 018 ha aperto”.

“Il servizio è assolutamente aperto a tutti, ma invitiamo anche i colleghi pediatri ed i medici di medicina generale ad accedervi. Abbiamo pensato anche a questa categoria di operatori sanitari perché la stessa si trova spesso ad operare sola e con pochi pochi strumenti in questo momento difficoltoso. In questi giorni molti di noi hanno vissuto in prima persona la malattia di persone care o si sono trovati a vivere un lutto. I nostri bambini risentono dell’isolamento e della paura. Quelle che prima erano nostre piccole fragilità psicologiche rischiano se trascurate di divenire più importanti. L’obiettivo è quello di ascoltare e dare un supporto alle persone per trovare insieme la migliore gestione possibile di questa situazione”.

“Ricordiamoci che chiedere aiuto non è un “arrendersi” ma un “lottare con” ed è quanto di più prezioso ci offrono le relazioni umane che in questo momento, ancor più del solito, sono indispensabili”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.