Quantcast

Tagliaferri (FdI) “Consentire ai Comuni di usare avanzo di bilancio per aiutare famiglie e imprese”

“Modificare il decreto Cura Italia in modo che i Comuni possano utilizzare l’avanzo di amministrazione per aiutare le famiglie e le imprese colpite dai danni economici causati dal coronavirus”.

A chiederlo, in un’interrogazione alla Giunta regionale, è il consigliere piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fdi). “È verosimile attendersi una diminuzione delle entrate riscosse dagli Enti locali a causa dell’impatto economico dell’emergenza da virus Covid-19 sulle famiglie e sulle imprese”, spiega il consigliere, che ricorda poi come “molti Comuni, caratterizzati da un’amministrazione oculata e responsabile nella gestione della spesa pubblica, nella prossima approvazione del rendiconto di gestione 2019 certificheranno la presenza di un avanzo di amministrazione spesso consistente, che, a normativa invariata, può essere utilizzato in gran parte per soli investimenti che non costituiscono, oggi, la priorità delle Amministrazioni comunali”.

Da qui l’interrogazione “affinché l’esecutivo regionale si attivi rapidamente nei confronti del governo perché inserisca nella conversione in legge del decreto Cura Italia una specifica disposizione che conceda ai Comuni la possibilità, per l’anno 2020, di utilizzare l’avanzo di amministrazione anche per spese correnti finalizzate ad aiuti economici a cittadini, attività sociali ed economiche del proprio territorio anche attraverso la riduzione delle tasse locali”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.