Tagliaferri (FdI) “No alla vendita degli immobili pubblici che possono avere funzioni sanitarie”

“Escludere dalla vendita gli immobili di proprietà della Regione e delle Asl, a partire dalle strutture che possono avere funzioni socio-sanitarie in fase emergenziale dell’epidemia, come quella in corso, o in fase di quarantena”.

Lo chiede un’interrogazione alla giunta regionale di Giancarlo Tagliaferri (Fdi), che, “nel pieno dell’emergenza Covid-19 – sottolinea -, porta l’attenzione su quegli immobili che la Regione ha deliberato di vendere, ma che allo stato attuale sono in buone condizioni o vengono ancora utilizzati”.

“Per alcuni di questi immobil i- evidenzia il consigliere piacentino – sono state impiegate recentemente risorse pubbliche e possono quindi risultare subito utili per ospitare nuove funzioni sanitarie. Sono un patrimonio pubblico e rappresentano un bene comune, spesso di enorme valore, a disposizione della collettività, che una volta perso risulta difficilmente reperibile. L’alienazione di immobili pubblici – rimarca l’esponente di Fdi – è una scelta definitiva che può portare vantaggi immediati in termini di ingresso di risorse, ma anche nuove spese e dipendenza dal settore privato in caso di rinnovate esigenze sociali e sanitarie”.

“Inoltre – sottolinea Tagliaferri – bisogna considerare come la capacità di produrre reddito di un immobile vada calcolata rispetto alle sue potenzialità attuali e future, queste ultime difficilmente prevedibili nel lungo periodo come dimostra la stessa emergenza coronavirus. Le difficoltà del mercato immobiliare non potranno che peggiorare a seguito della crisi economica globale originata dall’emergenza epidemiologica, che prevedibilmente sarà ancora di lunga durata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.