Quantcast

Tagliaferri (FdI) “Poste Italiane garantisca servizi essenziali anche in piccoli centri e frazioni”

“La Regione intervenga affinché Poste italiane garantisca i servizi essenziali in tutti i comuni della regione”.

A chiederlo, in un’interrogazione a risposta scritta alla Giunta, è il consigliere regionale piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fdi). “Nei piccoli centri e nelle frazioni molti uffici postali sono stati temporaneamente chiusi, anche a causa della pandemia, mentre sono rimasti aperti solo gli uffici centrali, ma per le persone con limitata capacità motoria e per chi (sempre per i rischi collegati al virus) non può effettuare spostamenti importanti diventa complicato usufruire di questi servizi”, spiega il consigliere.

“L’ordinanza regionale – prosegue – “ha stabilito che si può accedere agli uffici postali solo dietro prenotazione (con una telefonata a un numero verde che però risulta costantemente occupato): questi servizi, in particolare quello di bancoposta, dovrebbero essere garantiti in tutti i territori e soprattutto a favore delle fasce della popolazione più deboli”. Da qui l’interrogazione alla Giunta “per conoscere quali azioni si intendano intraprendere anche nei confronti di Poste italiane per garantire l’erogazione di questi servizi essenziali anche nelle località dove attualmente risultano sospesi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.