Tamponi drive through, Piacenza Expo “Mettiamo a disposizione il nostro parcheggio”

Anche Piacenza Expo scende in campo, con le proprie strutture, a sostegno degli operatori sanitari impegnati in prima linea per contrastare l’emergenza sanitaria causata dal Coronavirus.

Contrariamente a quanto è stato diffuso nelle scorse ore, infatti, la postazione per l’effettuazione dei tamponi “drive through” – ovvero gli esami in auto somministrati con l’obiettivo di valutare in tempi più rapidi le persone clinicamente guarite dal Coronavirus, e di diminuire l’attuale lista d’attesa – non sarà allestita davanti al PalaBanca ma nel parcheggio di Piacenza Expo. La società fieristica di Le Mose, interpellata in proposito dalla Protezione Civile, dal Comune di Piacenza e dall’Azienda Usl, ha infatti deciso di mettere gratuitamente a disposizione degli operatori sanitari le proprie strutture, per questa importante iniziativa che consentirà di potenziare e velocizzare le operazioni relative ai tamponi.

“Abbiamo subito risposto positivamente a questo appello – precisa l’Amministratore Unico di Piacenza Expo, Giuseppe Cavalli -, così come all’inizio di questa drammatica emergenza avevamo messo a disposizione i nostri padiglioni per aumentare la capacità di ricovero e i posti letto per le persone colpite da Coronavirus. Da lunedì, sul piazzale antistante l’ingresso del quartiere fieristico, sarà quindi operativa una grande tensostruttura di circa 300 metri quadrati per le attività degli operatori sanitari”.

Allestimento postazione drive through a Piacenza Expo

“Piacenza Expo supporterà questa importante iniziativa a tutela della salute, fornendo gratuitamente non solo l’area ma anche gli allacci e l’energia elettrica per l’alimentazione delle strumentazioni mediche e dei computer, mettendo a disposizione i propri servizi igienici, materiale logistico e un tecnico che collaborerà alle operazioni di montaggio. Piacenza Expo è parte integrante del nostro territorio che, abitualmente, aiutiamo a crescere dal punto di vista economico e commerciale; questa volta offriamo al territorio un piccolo contributo per superare un’emergenza contro cui è necessario fare fronte comune”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.