Quantcast

Tice, un podcast per rispondere alle domande dei genitori su Google

In questo periodo in cui ognuno di noi sente il bisogno di rendersi utile e di sostenere la comunità anche il mondo cooperativo piacentino si muove.

Tice e Gedinfo, due cooperative piacentine, hanno pensato di unire le competenze per mettere a disposizione una risorsa per le famiglie. “Grazie ai suggerimenti di Miriam Cassola di Gedinfo – racconta la presidente di Tice Francesca Cavallini -, abbiamo spiato in Google quali sono i dubbi più cercati dalle mamme rispetto all’educazione dei loro figli. E’ stato un momento particolare, perché molti dei dubbi che le mamme cercano on line non li avevamo mai presi in considerazione! Google risponde ai nostri dubbi senza esporci al chiedere aiuto direttamente a uno psicologo o a un educatore, per questo sta diventando il nostro principale punto di riferimento”.

” ‘Mio figlio mi odia, mio figlio non si impegna, mio figlio non parla, mio figlio è autistico, mia figlia non esce mai, mio figlio mi picchia…’ sono queste – spiega Cavallini – alcune tra le ricerche più effettuate dalle mamme italiane. Il web ci ha così svelato un nuovo modo per essere vicini alle mamme e ai papà fornendo un nuovo canale di informazione e provando a condividere informazioni basate sulle evidenze sperimentali”. “Abbiamo così registrato una cinquantina di podcast basati su casi reali – fa sapere la presidente di Tice -. I podcast sono audio in cui i protagonisti sono uno psicologo e un genitore che parlano di problematiche psicologiche. Il podcast è una modalità didattica e di intrattenimento nuova che sta riscontrando sempre più successo – la considerazione di Cavallini -. Le mamme e i papà hanno così la possibilità di ascoltare i dubbi degli altri genitori, condividere le emozioni e ascoltare l’opinione di uno psicologo/a.

I podcast, gratuiti, si possono trovare sul canale youtube di Tice

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.