Design the future, il 28 appuntamento con Lina Ghotmeh

E’ Lina Ghotmeh la protagonista della quarta giornata del ciclo “Design The Future”, organizzato dal Campus di Piacenza del Politecnico di Milano, con il suo Master internazionale in Sustainable Architecture and Landscape Design. L’appuntamento è per domani, giovedì 28 maggio, a partire dalle 18 sulla piattaforma TEAMS.

La progettista franco-libanese, con studio a Parigi, è una tra le figure più interessanti della nuova generazione di 30-40enni, come dimostrano tanti suoi lavori, in diverse parti del mondo, dalla Francia a Beirut, spesso esito di intense ricerche sul campo. Tra questi spicca il recente disegno dell’Hermes Leather Workshop che sperimenta straordinarie forme di integrazione tra architettura e paesaggio. Il racconto delle architetture di Lina Ghotmeh prosegue e approfondisce il percorso che il ciclo di conferenze sta sperimentando, come un primo momento di ripresa dopo la fase più difficile dell’emergenza corona-virus che ha costretto ad un drastico ed improvviso ripensamento delle modalità di fare didattica e cultura architettonica al Politecnico di Milano, in particolar modo nel suo Campus di Piacenza. Le linee su cui la Scuola lavora sono essenzialmente 2: da una parte una forte spinta all’internazionalizzazione. Dopo architetti italiani, con intensissimi frequentazioni internazionali, come Leonardo Cavalli di One Works e Valerio Morabito di APS Landscape, la scorsa settimana ha illustrato i suoi progetti Sandy Attia di MoDusArchitects, professionista statunitense di origini egiziane che lavora da anni in Alto Adige.

Anche Lina Ghotmeh (come Hope Strode, che parlerà la prossima settimana nell’ultimo appuntamento) ha nella sua biografia una spiccata propensione all’integrazione di culture (libanese e francese). E, secondo aspetto tematico, una capacità non banale di lavorare sui confini tra architettura e paesaggio. Ovvero quel campo disciplinare che gli studenti di architettura del Campus di Piacenza sperimentano ogni giorno nelle lezioni e nei laboratori. L’incontro, che inizierà alle ore 18 di giovedì 28 maggio, sarà trasmesso sulla piattaforma TEAMS al link https://bit.ly/2YDDGC9 ed è aperto a tutti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.