Quantcast

Epidemia, il Comune di Rivergaro sospende il pagamento dei tributi comunali

La Giunta comunale di Rivergaro (Piacenza), guidata dal Sindaco Andrea Albasi, ha deliberato la sospensione dei termini di pagamento dei tributi comunali a causa dell’emergenza sanitaria in corso.

“Questa decisione – spiega l’Assessore al bilancio Monica Rancati – è stata assunta nell’interesse dei cittadini. La pandemia, oltre alla crisi sanitaria, ha causato ripercussioni consistenti sul tessuto socio-economico con gravi difficoltà per la popolazione ma anche per tutte le attività che costituiscono la nostra economia locale e che hanno dovuto sospendere il proprio lavoro a seguito del DPCM del 22 marzo 2020. Abbiamo quindi azionato tutte le leve a nostra disposizione per venire incontro alle difficoltà che tali attività stanno affrontando ma che soprattutto affronteranno nei prossimi mesi”.

Con delibera del 23 marzo è stata prorogata la scadenza del CIMP (canone mezzi pubblicitari) e del COSAP (canone occupazione suolo pubblico) al 31 luglio 2020 e con possibilità di pagamento in 3 rate; successivamente per il COSAP (plateatico) abbiamo previsto l’azzeramento per tutti i commercianti che hanno dovuto interrompere la propria attività nel periodo dell’emergenza coronavirus. Questo comporterà minori entrate per il Comune in una misura prevedibile a circa € 25.000. Per quanto concerne la TARI (tassa sui rifiuti) è stata prorogata la prima scadenza al 30 giugno sia per le utenze domestiche che per le non domestiche. “In questo caso – puntualizza l’Assessore Rancati – stiamo anche cercando di capire quali saranno le direttive che verranno introdotte dal gestore della tassa, in base alla delibera di ARERA nr. 158 del 5 maggio, e che probabilmente andranno verso una riduzione della quota variabile per le utenze non domestiche con un’ulteriore proroga della prima rata delle stesse al 31 luglio ; tale ‘riduzione atipica’ va a carico del bilancio comunale, pertanto sono stati già accantonati i fondi per poterne garantire la copertura nella misura che verrà indicata”.

“Il nostro primo provvedimento è stato preso però a favore degli ambulanti – aggiunge – che ogni venerdì da anni attirano in Piazza Paolo e Piazza Dante sia i rivergaresi che abitanti dei comuni limitrofi; abbiamo da subito contattato il gestore del tributo comunicando di sospendere la riscossione dei pagamenti dei plateatici che verranno ricalcolati in base ai giorni di effettivo svolgimento del mercato in quest’anno”. “Siamo consapevoli – conclude l’Assessore al bilancio – che non sarà facile sapere i tempi e i modi della ripresa, pertanto siamo pronti a predisporre altri tipi di aiuti a supporto delle attività commerciali anche a fronte di disposizioni derivanti da Stato e Regione”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.