Nuovo servizio di Teleriabilitazione educazionale per pazienti Sla

Nuovo servizio per i pazienti affetti da sclerosi laterale amiotrofica.

Parte in questi giorni la teleriabilitazione, realizzata dal reparto di Medicina riabilitativa  dell’ospedale di Piacenza in collaborazione con l’equipe multidisciplinare che segue questi malati. “Abbiamo pensato di utilizzare la tecnologia – spiega il fisiatra referente del percorso diagnostico terapeutico assistenziale Andrea Pasquini – per seguire i pazienti Sla, che sono particolarmente fragili, casa per casa. L’attività non serve a sostituirsi alla riabilitazione ambulatoriale o domiciliare, ma è semplicemente complementare. Si aiutano infatti i malati e i loro caregiver a gestire al meglio le esigenze delle persone a domicilio, educando chi si occupa dell’assistenza e monitorando costantemente le situazioni, senza doversi spostare”.

I trattamenti si svolgono in fascia oraria mattutina, due volte alla settimana per 10 settimane e sono condotti via Skype da fisioterapisti, che sono in ospedale. Alla fine del ciclo di teleriabilitazione, è sempre garantita la visita di controllo da parte dello specialista fisiatra, per fare il punto sul progetto riabilitativo. Il primo gruppo di pazienti è già stato individuato e inizierà le sedute domani.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.