Pisani (Lega) “Caos nel mondo della scuola per colpa di questo Governo”

“E’ l’ennesima situazione di caos e pressapochismo creata da questo Governo con il Decreto scuola, appena approvato al Senato. Il Governo dice che regolarizzerà 32mila precari, ma così ne perderemo 30mila. E prima di vedere gli altri 80mila in cattedra, come promesso dalla squadra giallorossa, passeranno anni”.

Lo afferma il senatore piacentino della Lega Pietro Pisani, che a Palazzo Madama ha votato no al maxi decreto che, tra l’altro, prevede il maxi concorso per i precari (il testo ora passa alla Camera) che insegnano da almeno tre anni. “Hanno detto che lo faranno dopo l’estate – dichiara Pisani – ma una data ancora non c’è. Migliaia di persone, precarie da anni, rischiano di restare al palo. I supplenti non caleranno affatto e se ne prevedono almeno 200mila. Ecco i brillanti risultati per migliorare la scuola. Se si fosse attinto alla graduatoria, avremmo avuto una scuola a pieno organico. E, invece, grazie al M5s il “merito” è considerato in modo distorto. Nel decreto non c’è traccia del corso di specializzazione per i docenti di sostegno, del concorso per quelli di religione, di come superare i contenziosi per i posti di dirigente scolastico, della soluzione per i docenti della primaria che avevano solo il diploma magistrale, di una considerazione delle scuole paritarie che rischiano la chiusura lasciando senza lavoro migliaia di persone”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.