Sottopasso vandalizzato a San Polo, un gruppo di giovani decide di cancellare scritte e disegni

Sottopasso vandalizzato a San Polo, un gruppo di giovani decide di cancellare disegni e simboli politici.

Nei giorni scorsi il sindaco di Podenzano (Piacenza), Alessandro Piva, aveva commentato con rammarico l’episodio su Facebook. Uno sfogo che deve aver toccato da vicino un gruppo di ragazzi, che lo ha successivamente contattato dicendosi disponibili a ripulire i muri. “Questi ragazzi mi hanno telefonato e ci siamo incontrati – racconta il sindaco sulla propria pagina Facebook -, mi hanno parlato del loro disagio per questo episodio al quale sono estranei.  Mi hanno comunicato la disponibilità ad aiutare l’amministrazione comunale a cancellare quelle nefandezze perché a loro piace vivere il loro paese, stare in compagnia e divertirsi. Nella serata di mercoledì 27 maggio Angelo, Beatrice, Edoardo, Matteo e Nicolas hanno provveduto a cancellare i simboli politici e sabato provvederanno a cancellare il resto e a ridipingere”.

“Questo è un episodio che mi ricorderò tutta la vita. Una dimostrazione di quanto dietro ad ogni negatività ci può essere sempre un’opportunità per fare qualcosa di buono. Quindi dietro a 4 deficienti ci sono tante altre buone persone e bravi ragazzi. Per questo a volte vale la pena fare l’amministratore pubblico, perché puoi avere la fortuna di conoscere persone e ragazzi come questi. Grazie ragazzi, sono orgoglioso e fiero di avervi tra i miei concittadini. Siete un bell’esempio per la nostra comunità” .

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.