Tagliaferri (FdI) “Destinare fondi per far fronte all’abbandono di animali a causa del covid”

“Destinare fondi per far fronte all’abbandono di animali a causa del covid”. E’ quanto chiede alla giunta Regionale il consigliere piacentino di Fratelli d’Italia, Giancarlo Tagliaferri, in un’interrogazione.

“Sono più di 60 milioni gli animali d’affezione, gatti, cani, volatili, pesci, ecc. che vivono nel 52 per cento delle abitazioni italiane, tra questi 7,5 milioni di gatti e 7 milioni di cani. Il 67 per cento degli italiani vive con un animale e molti sono gli over 65 per i quali la convivenza con un amico a quattro zampe rappresenta la migliore compagnia di vita – dice il consigliere -. Negli anni è quindi progressivamente cresciuta la sensibilità nei confronti della loro tutela. Sono aumentate le denunce contro il loro maltrattamento e, secondo l’opinione pubblica, dovrebbero anche essere aumentate le pene per questo reato previsto dal codice penale. Secondo un recente sondaggio, a parere degli italiani intervistati, le istituzioni dovrebbero fare di più per i diritti degli animali che condividono il nostro territorio. Gli Enti locali hanno il compito di agire a tutela degli animali del territorio con grande attenzione, ma spesso le risorse da dedicare a tale scopo sono insufficienti”.

“A causa dell’emergenza coronavirus si è registrato un aumento di abbandoni di animali da affezione sia per motivi economici di bilancio familiare, sia per il ricovero e i decessi di anziani soli che non hanno più potuto accudire al proprio amico a quattro zampe. La Regione Emilia-Romagna ha prodotto una normativa in materia di benessere e tutela animale, ma troppo spesso viene disattesa anche dagli enti locali costretti spesso ad impegnare le risorse disponibili per questioni ritenute più essenziali. Le stesse gestioni di canili e gattili, pur spesso supportate dall’impegno gratuito dei volontari animalisti, necessiterebbero di risorse maggiori a garanzia di una decorosa qualità di vita degli animali ospitati e in attesa di eventuale adozione. Alcuni comuni hanno realizzato anche l’ambulanza veterinaria, organizzata da volontari debitamente preparati da un corso di formazione, a supporto H24 dei canili municipali e privati, per soccorrere animali abbandonati sulle strade che, oltre al rischio di essere investiti, rappresentano anche un pericolo per gli automobilisti”.

“Nel merito il consigliere di Giorgia Meloni chiede alla Giunta di stanziare nuove risorse da veicolare agli enti locali per essere destinate ai canili, pubblici e privati in convenzione con i comuni, che hanno accolto animali abbandonati nei mesi di emergenza COVID-19 o i cui proprietari sono deceduti per aver contratto il virus. E per la gestione in generale dei canili e gattili della regione, con un puntuale monitoraggio da parte delle Ausl locali delle sterilizzazioni nelle oasi feline, ricordando l’insegnamento di Mahatma Ghandi “La civiltà di un popolo si misura dal modo in cui tratta gli animali'”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.