Test sierologici, Stragliati (Lega) “Autorizzare un numero maggiore di laboratori privati”

“Autorizzare un maggior numero di laboratori privati ad eseguire i test sierologici e aumentare così la lotta contro il Coronavirus”.

Lo ha detto la consigliera regionale della Lega Valentina Stragliati, intervenendo durante i lavori della Commissione sanità che ha ascoltato il commissario ad acta Sergio Venturi. “Dopo l’approvazione di una delibera del 16 aprile che autorizzava lo svolgimento dei test sierologici da parte di laboratori privati – denuncia Stragliati – ad oggi sono solo 8 in tutta la regione i laboratori che possono svolgere questi test. Nella città di Piacenza, la più colpita in Italia dal Coronavirus, c’è un solo laboratorio privato autorizzato nonostante nel mese di marzo, secondo i dati di Istat e Istituto Superiore di Sanità, ci sia stato un aumento di decessi del 264% rispetto alla media dello stesso mese calcolato tra il 2015 e il 2019. Ad oggi – ha continuato Stragliati – a Piacenza i decessi accertati dall’Ausl sono 886 e i contagi 4251. Di fronte a questi numeri da scenario bellico – ha denunciato l’esponente del Carroccio – non sarebbe stato il caso di investire maggiori risorse visto che l’Ausl ha un laboratorio in grado di processare solo 200 tamponi al giorno, portati a 300 solo in un secondo momento?”.

Stragliati ha chiesto a Venturi anche di prevedere l’impiego di laboratori privati per eseguire test sierologici a cittadini e alle aziende, concedere nuove autorizzazioni e ha chiesto chiarezza nell’iter burocratico richiesto per avere nuove autorizzazioni. Secondo Stragliati viste le tempistiche molto dilatate da parte della Regione Emilia Romagna sarebbe auspicabile rivolgersi anche ad altre regioni per accelerare l’esecuzione dei test necessari a una mappatura puntuale della diffusione del virus.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.