Avis Piacenza, oltre 4.700 donazioni in un anno “Nell’emergenza nessuno si è tirato indietro”

2500 donatori iscritti alla Sezione, che nel corso del 2019 hanno raggiunto il traguardo di 4742 donazioni.

Sono alcuni dei numeri dell’Avis Comunale di Piacenza, i cui soci lunedì 29 giugno si sono riuniti per l’assemblea annuale che si è svolta quest’anno in forma “mista”, in osservanza alla normativa sanitaria: in sede erano presenti i componenti del Consiglio direttivo, gli iscritti hanno invece potuto partecipare in videoconferenza, partecipando attivamente con domande in diretta e potendo esercitare il voto online.

Il Consiglio ha illustrato ai propri donatori l’attività svolta nell’anno dalla sezione piacentina, con la presentazione del bilancio consuntivo 2019 e di quello preventivo 2020. Il Presidente Giovanni Villa, appoggiato dal valido supporto dei suoi consiglieri, ha intrapreso diverse iniziative per promuovere la cultura del dono del sangue sul territorio piacentino: “L’Assemblea annuale – sottolinea – è il momento in cui ci si confronta con i donatori, si tirano le somme sull’attività svolta e si parla di futuro, di cifre, numeri importanti che fanno sì che al Centro Trasfusionale non manchi mai il nostro sostegno. Abbiamo attraversato un periodo molto complesso, il Covid-19 ha provocato enormi sofferenze, ma i donatori, nonostante tutto non sono mai mancati, sempre presenti, hanno risposto a tutte le chiamate di Avis, che ha proseguito la raccolta incessantemente per far fronte all’emergenza”.

“Avis – ha aggiunto – è in continua crescita e per questo sono state messe in campo risorse per la formazione di dirigenti e dipendente Avis. Guidare al meglio la sezione, trovare nuovi donatori ed essere presenti sul territorio per garantire una raccolta efficace e sicura, questi gli obiettivi che ci prefiggiamo ogni anno. Siamo attivi con il nostro sito e con i social, che invitiamo i donatori a visitare e a seguire. L’Avis Comunale di Piacenza è in continua evoluzione, dall’inizio dell’anno si è costituito un gruppo giovani all’interno della sezione, quando la situazione di emergenza sarà rientrata e sarà possibile organizzare nuove iniziative, i ragazzi creeranno eventi per sensibilizzare i loro coetanei”.

Tante le iniziative grazie alle quali Avis ha potuto essere presente in modo costante sul territorio: “Nel corso del 2019 abbiamo inoltre sostenuto Telethon, lo Special Dream Team e Assofa. E’nata anche la squadra di Volley Avis Unicatt, composta da alcuni ragazzi della nostra area giovani. Tutta la programmazione del 2020 – spiega Villa – è stata cancellata, ed anche l’annuale festa del donatore si svolgerà in maniera virtuale: nonostante la criticità del periodo, il consiglio di Avis ha deciso, seppur con modalità anomala rispetto alla tradizionale festa, di fare in modo che i donatori che hanno maturato i requisiti per essere premiati possano ricevere la benemerenza. La data della festa del donatore 2020 è stata fissata per il 19 settembre, i donatori potranno partecipare “direttamente dal loro salotto”.

“Rischiando di essere ripetitivi – conclude il presidente Villa -, ancora una volta desideriamo ringraziare tutti i donatori, che nonostante la criticità del momento hanno risposto in maniera importante alla chiamata di Avis. Ringraziamo anche tutti coloro che in questo periodo si sono avvicinati ad Avis e sono diventati donatori”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.