Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Economix

BTP Futura, il primo titolo di Stato interamente dedicato ai risparmiatori retail

Più informazioni su

Gli investitori, esteri e domestici, pare abbiano fiducia nel nostro Paese.

Dalle indagini condotte da Zwan, agenzia di reputation marketing, e SEMrush, piattaforma SaaS per la gestione della visibilità online, risulta che il nostro paese occupa il primo posto nella classifica mondiale come esempio da seguire nella lotta al COVID-19. Una ulteriore, e poco opinabile, conferma dell’attrattività del sistema Italia da parte degli investitori proviene dal boom di domande registrato dal nuovo BTP a 10 anni con scadenza il 1° dicembre 2030. Offerto per un importo complessivo di 14 miliardi, ha registrato richieste per oltre 100 miliardi. L’operazione, annunciata a sorpresa martedì 2 giugno, ha infatti fatto scattare una vera e propria corsa all’acquisto, soprattutto da parte di investitori stranieri (il 76%) che ha visto la “partecipazione” in particolare da parte del Regno Unito e della Germania.

Il BTP Italia – Anche il BTP Italia con scadenza a 5 anni del maggio scorso, emesso per finanziare gli interventi relativi all’emergenza Covid-19, ha raggiunto livelli mai toccati prima: l’ammontare complessivamente raccolto è stato pari a oltre 22 miliardi. Ma il Governo non si ferma qui, e presenta una vera e propria novità per i risparmiatori italiani particolarmente affezionati ai titoli di Stato: il BTP Futura. Un nuovo Titolo di Stato dedicato esclusivamente ai risparmiatori individuali. La prima emissione, annunciata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, è prevista da lunedì 6 luglio a venerdì 10 luglio.

Il BTP Futura – BTP Futura è il primo Titolo di Stato, pensato per i “risparmiatori al dettaglio” (non professionali). Come già avvenuto per il BTP Italia, questa nuova emissione sarà interamente dedicata a finanziare le spese previste dagli ultimi provvedimenti varati dal Governo per affrontare l’emergenza da Covid-19 e sostenere la ripresa del Paese. BTP Futura avrà una struttura cedolare semplice e innovativa pensata per premiare i risparmiatori che lo deterranno fino alla scadenza. Le cedole saranno calcolate in base a tassi prefissati e crescenti nel tempo (meccanismo denominato “step-up”) e un premio finale calcolato sul tasso di crescita annuale medio del Pil.

La serie dei tassi minimi garantiti di questa emissione di BTP Futura sarà comunicata venerdì 3 luglio. Non sono previsti tetti o riparti: la domanda, a partire da un lotto minimo di 1.000 euro, sarà infatti completamente soddisfatta, salvo facoltà da parte del Ministero di chiudere anticipatamente l’emissione. Il premio fedeltà verrà corrisposto soltanto a chi acquisterà il titolo nei giorni di emissione e lo deterrà fino a scadenza e avrà un valore minimo garantito pari all’1% del capitale investito, ma potrà aumentare fino ad un massimo del 3% dell’ammontare sottoscritto, sulla base della media del tasso di crescita annuo del PIL nominale dell’Italia, registrato dall’ISTAT nel periodo di vita del titolo.

L’emissione – La prima emissione del BTP Futura avrà una durata compresa fra gli 8 anni e i 10 anni e la decisione definitiva verrà comunicata il prossimo 19 giugno. Il collocamento avrà luogo sulla piattaforma MOT (il mercato telematico delle obbligazioni e titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso due banche dealers: Banca IMI S.p.A, e Unicredit S.p.A. Il Titolo potrà essere acquistato attraverso gli stessi canali utilizzati dai risparmiatori retail per il BTP Italia rivolgendosi al proprio referente in banca o presso l’ufficio postale. Sarà possibile utilizzare anche il canale dell’acquisto online, mediante il proprio internet banking, se abilitato alle funzioni di trading.

Le comunicazioni sulla prima emissione del BTp Futura, a partire dalla pubblicazione della scheda informativa prevista per il prossimo 19 giugno, saranno reperibili sul sito del MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze).

Andrea Lodi (economix@piacenzasera.it)

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.