Lega alla Regione “I pronto soccorso non vengano sostituiti dai punti di primo intervento”

“I pronto soccorso chiusi a livello regionale per l’emergenza Coronavirus non siano sostituiti da Punti di Primo Intervento”. Così i consiglieri regionali della Lega si rivolgono in un’interrogazione alla Giunta, temendo “disagi e problemi che, inevitabilmente, si scaricheranno sui cittadini, specie per chi abita in zone più svantaggiate dei vari territori provinciali”.

I consiglieri del Carroccio firmatari – Matteo Rancan, Valentina Stragliati, Stefano Bargi, Fabio Bergamini, Maura Catellani, Gabriele Delmonte, Michele Facci, Andrea Liverani, Daniele Marchetti, Matteo Montevecchi, Emiliano Occhi, Simone Pelloni, Massimiliano Pompignoli, Fabio Rainieri – chiedono “con urgenza un approfondimento rispetto alle dichiarazioni rese dall’assessore alla sanità, Raffaele Donini, che, rispondendo a una precedente interrogazione della Lega, ha detto che negli ospedali di Castel San Giovanni e Fiorenzuola, nel piacentino, al posto dei pronto soccorso, che resteranno chiusi per la coda dell’emergenza Covid, verranno attivati Punti di Primo Intervento che, secondo l’Ausl, potranno soddisfare il 50% dell’utenza potenziale e risponderanno a tutte quelle situazioni che non hanno bisogno di ricovero”.

“Scontato, quindi – la presa di posizione -, che nei Punti di Primo Intervento non ci siano servizi essenziali né personale specializzato come per le rianimazioni per le urgenze più importanti. Vogliamo capire – aggiungono i consiglieri – se questa nuova normalità fatta dalla drastica riduzione dei Pronto Soccorso pre Covid a favore di Punti di Primo Intervento fa parte della una nuova filosofia di assistenza territoriale messa a punto dalla Regione come assetto dell’assistenza post Covid. Questo smantellamento del sistema territoriale di assistenza, costringerà, con la chiusura dei Pronto Soccorso così come li abbiamo conosciuti finora, i cittadini a spostarsi anche di diversi chilometri nelle varie provincie alla ricerca del pronto soccorso attivo più vicino, ciò che può rappresentare, in caso di urgenze, un vero pericolo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.