“Legame con il territorio e slancio internazionale”, la presidente del Nicolini Arvedi si presenta foto

Nuova sfida e al tempo stesso un ritorno nel mondo dell’istruzione per Gianna Arvedi, già preside dei licei Colombini e Gioia, dal 26 giugno ufficialmente presidente del conservatorio Nicolini di Piacenza. Nella sala dei concerti si è tenuto il passaggio di consegne con la presidente uscente, Paola Pedrazzini, ed alcuni rappresentanti del cda dell’istituto.

“Più che emozionata sono affascinata da questo nuovo mondo – ha detto Arvedi -, che ha molti contatti con la mia esperienza professionale da preside, ma anche alcune diversità. Il mio atteggiamento sarà quello di ascolto e di lavoro insieme”. La prima sfida affrontare sarà rappresentata dalle limitazioni imposte dal covid, senza trascurare le peculiarità del conservatorio che vanta 181 anni di storia e un futuro all’insegna del “legame con il territorio e slancio internazionale”.

VIDEO – L’INTERVISTA A GIANNA ARVEDI

Il direttore Walter Casali ha fatto gli onori di casa, insieme ai rappresentanti del corpo docenti e degli studenti, dando il benvenuto a Arvedi e ringraziando Paola Pedrazzini.

“Per me è stato un orgoglio rappresentare questa istituzione – ha detto Pedrazini -, un conservatorio sano, aperto alla città e che ha in corso numerosi collegamenti e collaborazioni, con eccellenze didattiche e artistiche, pronto a nuove sfide. Ringrazio i miei compagni di viaggio, il nostro è stato un lavoro costante d impegnativo di volontariato culturale”.

“Ho una grande stima per la presidente uscente, perché avevamo degli obiettivi comuni e do il benvenuto a Gianna Arvedi, di cui apprezzo la grande competenza, rigore e coerenza. Buon lavoro” ha aggiunto Milena Tebaldi Montenz, membro del cda nominato dalla Fondazione di Piacenza e Vigevano.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.