Tutele per gli studenti universitari, Azione Universitaria manifesta davanti alla Regione

Azione Universitaria, associazione che rappresenta la destra studentesca negli atenei italiani, si è presentata ieri, venerdì 29 maggio, sotto il palazzo della Regione Emilia Romagna, in una protesta ordinata e rispettosa delle regole sul distanziamento, con le bandiere tricolori e uno striscione recante la scritta “I veri invisibili siamo noi”.

La manifestazione era finalizzata a portare all’attenzione delle istituzioni, Regione in primis, le istanze di molti studenti emiliano – romagnoli e dei tanti fuorisede che popolano le nostre università. Azione Universitaria ha chiesto più volte, ma senza successo, un incontro con l’assessore regionale Paola Salomoni per parlare di proposte quali un sostegno per gli universitari che si trovano comunque a dover pagare gli affitti, nonostante siano dovuti rientrare presso le loro residenze a causa della sospensione delle lezioni, e rimborsi per i trasporti di cui non si è usufruito in questo periodo di emergenza.

In rappresentanza dei giovani piacentini era presente Luca Corbellini presidente provinciale di Gioventù Nazionale, movimento giovanile di Fratelli d’Italia, e militante di Azione Universitaria. “È inaccettabile questo silenzio tombale da parte delle Istituzioni sul mondo universitario. Gli studenti non sanno ancora se riprenderanno le attività didattiche in presenza a settembre. – spiega Corbellini – Oggi ascoltare le rappresentanze studentesche è fondamentale per capire la reale situazione degli atenei e degli studenti che li popolano. Dispiace che la Regione Emilia Romagna neghi un confronto plurale con tutte le realtà universitarie che potrebbe solo arricchire un necessario pacchetto di proposte”.

A sostegno delle richieste dei giovani universitari interviene anche il consigliere regionale piacentino Giancarlo Tagliaferri (Fratelli d’Italia). “Abbiamo chiesto alla Regione lo stanziamento di risorse per le famiglie degli studenti fuorisede – spiega Tagliaferri – La Giunta valuti la possibilità di prevedere dei contributi regionali a favore delle famiglie degli studenti universitari che sostengono spese per il pagamento del canone di locazione, nei limiti delle disponibilità di bilancio e tenuto conto delle diverse situazioni familiari, nonché di eventuali azioni simili messe in atto da altre amministrazioni pubbliche”. (nota stampa)

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.