Ugl Metalmeccanici scende in piazza “Salvare industrie e posti di lavoro”

Più informazioni su

Presidio dell’Ugl Metalmeccanici, nella mattinata del 26 giugno, di fronte al liceo Respighi di Piacenza per sollevare la questione “lavoro” dopo il lockdown disposto dal governo a seguito dell’emergenza Covid-19 che – sottolinea il sindacato – “ha messo in seria difficoltà interi settori della nostra economia e dell’industria, soprattutto quella manifatturiera”.

L’iniziativa piacentina, indetta dal segretario provinciale di Ugl Metalmeccanici Federico Erba, si è svolta in concomitanza con altre analoghe tenute su iniziativa della Segreteria Nazionale in tutte le province italiane. Durante la manifestazione una delegazione formata dal Segretario provinciale, dal Segretario Utl di Piacenza e da una RSA di Ugl è stata ricevuta dal Prefetto di Piacenza Maurizio Falco, a cui è stato consegnato un documento fatto pervenire a tutte le Prefetture d’Italia. Hanno fatto visita al presidio i consiglieri regionali Matteo Rancan della Lega e Giancarlo Tagliaferri di Fratelli d’Italia che – riferisce Ugl – hanno manifestato “la loro solidarietà e assicurato un impegno concreto per la categoria dei metalmeccanici”. Hanno presenziato anche l’Onorevole Elena Murelli (Lega), componente della commissione lavoro, e il Senatore Pietro Pisani (Lega), facente parte della commissione attività produttive. A tutti è stata consegnata una copia del documento dato al Prefetto.

Manifestazione Ugl Metalmeccanici

“Anche i parlamentari – spiega il sindacato – hanno voluto con la loro presenza sostenere l’azione sindacale, aggiornare i presenti sulle iniziative di cui sono stati promotori in questi ultimi giorni e farsi promotori di ulteriore impegno. Il Prefetto ha ricevuto la delegazione ricevendo il documento e ascoltando la presentazione dello stesso. Le tematiche trattate sono state discusse con il rappresentante del governo sul territorio che ha confermato, come sempre, la disponibilità ad accogliere e trasmettere le istanze sociali rappresentante dai corpi intermedi. Il settore manifatturiero e metalmeccanico è sempre stato per Piacenza un settore trainante e l’impegno di UGL, anche in questo settore, continua a crescere”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.