A Bramaiano la messa si celebra all’aperto, ricordando le vittime del flagello Covid

È un suggestivo scenario quello che accoglie i parrocchiani di Bramaiano di Bettola alla messa domenicale. Le ferree regole del distanziamento sociale sono state brillantemente superate trasferendo la celebrazione liturgica sul sagrato esterno aperto su un’ampia visione della vallata, sopra Bettola, quasi a 360 gradi.

messa all'aperto a Bramaiano

E così il parroco, don Davide Maloberti, ispirato da tanta bellezza del creato, presiede la liturgia festiva infondendo nei fedeli un nuovo apprezzamento, nuove consapevolezze sulle vicende della vita e nuove capacità di affrontare, anche con giosa vivacità, le asperità insite nell’esistenza umana.

messa all'aperto a Bramaiano

Tutti concorrono ai preparativi, e al successivo smantellamento della celebrazione: su un tavolo della proloco ricoperto della linda tovaglia ricamata diventa l’altare per il libro dei Vangeli, i sacri arredi e il bouquet di fiori. Le poltroncine utilizzate per la sagra di Ferragosto, che purtroppo quest’anno non si terrà, collocate all’ombra degli imponenti ippocastani.

messa all'aperto a Bramaiano

Infine, immersa nella meraviglia della natura, e accompagnata dai canti del coro parrocchiale, ha luogo la celebrazione religiosa, ricordando i defunti mancati alla mensa a causa del terribile flagello.

MVG

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.