A Piacenza rivive la magia del cinema “Un’emozione tornare davanti al grande schermo dopo 4 mesi” foto

A Piacenza rivive la magia del cinema, grazie alla rassegna estiva dell’Arena Daturi, curata da Cinemaniaci e Arci Piacenza e fortemente voluta dall’amministrazione comunale.

Nella serata del primo luglio l’apertura della stagione, con “I Vitelloni” di Federico Fellini e Alberto Sordi, nell’anno in cui per entrambi ricorre il centenario dalla nascita. Un evento – dopo 4 mesi di lockdown – che ha quasi il sapore di una prima, nonostante le mascherine e i posti limitati e distanziati.

“Sono molto emozionato e penso che molte persone, qui, lo siano – dice Piero Verani dei Cinemaniaci -. E’ un termine abusato, quello di “evento”, ma in questo caso è appropriato. Dopo 4 mesi in cui non si è potuto assistere a una proiezione cinematografica, collettiva, sul grande schermo, questa sera lo possiamo fare. Penso che nella nostra vita nessuno si ricordi un periodo così lungo in cui non si poteva fare. Non per propria scelta, ma proprio perché era proibito. Sicuramente è molto emozionante essere di nuovo qui e vedere lo schermo illuminato dalla luce del proiettore ed assistere a un classico del cinema italiano, con Sordi e Fellini”.

Tra il pubblico anche Nicola Manuppelli, autore di “A Roma con Alberto Sordi”. “Già da ragazzino andavo al cinema 3-4 volte alla settimana – racconta -, è bello adesso poterci tornare all’aperto. Spero che anche sempre più sale al chiuso possano riaprire presto, così come spero che le produzioni cinematografiche possano ripartire”. Cosa rende diverso poter vedere un film al cinema, piuttosto che a casa? “E’ un evento pubblico, a cui si partecipa insieme e di cui si può parlarne insieme: un tempo succedeva anche con la televisione, ma il cinema consente ancora questa esperienza collettiva. Resta un luogo unico: a me ha cambiata proprio l’esistenza. Alcuni dei ricordi più belli che ho da piccolo sono legati al cinema”.

“Non amo vedere i film in televisione, preferisco il grande schermo e quindi sì, mi è mancato perché ho perso i contatti con il cinema, anche con la sua dimensione sociale, la possibilità di poter uscire anziché restare a casa davanti alla tv e a un pc. In questi mesi ne abbiamo avuto già abbastanza” spiega Lucia, insieme a Javier. “Mi è mancato tantissimo non poter andare al cinema e sono contenta di tornare qui, all’Arena Daturi, un’iniziativa di cui sono una grande fan perché arricchisce Piacenza – racconta Paola – perché propone film non scontati, che magari non si ha avuto l’occasione di vedere durante l’anno. Il cinema all’aperto è un’iniziativa fondamentale per la città e di grande valore”. “Anche a me è mancato tanto, è bellissimo poter tornare davanti al grande schermo qui, all’aperto” conclude Emilia.

Prima che le luci si spengano e che l’arte di Fellini e Sordi possa risplendere sull’Arena Daturi, prendono la parola Verani e Alessandro Fornasari di Arci. “Organizzare questa manifestazione è stato complesso, davvero avremmo potuto trascorrere la nostra estate in un altro modo, anche perché non potremo contare su serate da 350 – 400 persone” sottolinea Verani. Ma “la parola d’ordine quest’anno sarà pazienza. Francamente 3 mesi fa – dice Fornasari – non avremmo pensato di poter essere qui, stasera, perché non era chiaro quando e come avremmo potuto ricominciare ad andare al cinema. Invece siamo riusciti ad organizzare la rassegna estiva, anche grazie alla collaborazione del Comune che ha voluto che la città non perdesse questo appuntamento. Per accontentare gli spettatori, alcuni film saranno ripetuti anche 4 volte”.

Stasera (2 luglio) alle 21 e 45 è la volta di Parasite di Bong Joon-ho, Palma d’Oro a Cannes e vincitore di 4 premi Oscar.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.