Arrivederci al 2021 per l’evento Una Diga Stellata

Anche l’evento che aveva incantato la Val Tidone lo scorso anno è costretto al rinvio: ‘Una Diga Stellata’ dà appuntamento al prossimo luglio.

Ad annunciarlo l’organizzatore Giuseppe Gallesi (in arte Pippo Tendenza): “Purtroppo abbiamo dovuto cancellare l’edizione di quest’anno di “Una Diga Stellata”, l’evento benefico per l’hospice di Borgonovo che nel 2019 si è svolto sulla diga del Molato e che volevamo far diventare un appuntamento fisso. L’emergenza sanitaria e la volontà di rispettare le tante vittime causate dal virus ci hanno costretti a far saltare l’evento. Ma voglio già dire che lo faremo nel 2021”. Alla prima edizione, a rendere speciale la serata erano stati i piatti e vini pensati in esclusiva da Isa Mazzocchi insieme al suo staff, l’impeccabile mise en place di Luciano Spigaroli, il sottofondo musicale curato dal DJ Marco Fullone di Radio Monte Carlo e un’illuminazione che ricordava un cielo stellato allestita da Enrico Castelli. A collaborare insieme a Gallesi, nella prima edizione dello scorso 17 luglio, il Comune di Alta Val Tidone, il Consorzio di Bonifica di Piacenza e il Ristorante La Palta. A patrocinare l’iniziativa numerosi sponsor istituzionali e privati.

“A fare da cornice – commenta il Presidente del Consorzio di Bonifica di Piacenza – è stata e sarà la diga del Molato, opera che rappresenta la val Tidone da oltre 90 anni e che, nel tempo, si è perfettamente integrata con il paesaggio fino a diventarne il simbolo”. E poi il sindaco di Alta Val Tidone, Franco Albertini a continuare “Questa emergenza ci ha visti costretti a rinviare questa e altre iniziative. Visto lo scopo benefico e l’ottimo risultato ottenuto lo scorso anno, ci prepareremo per l’edizione 2021 con un’organizzazione che ci permetterà di recuperare quello che abbiamo perso”. “Stavamo preparando delle sorprese per la seconda edizione e continueremo a lavorarci per svilupparle al meglio e poter ricreare l’atmosfera magica dello scoro 17 luglio” – conclude la Chef Stellata della Palta, Isa Mazzocchi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.