Bascherdeis 2020 in streaming per aiutare gli artisti di strada

Più informazioni su

Bascherdeis 2020 si fa in streaming. Saltata, per comprensibili ragioni legate all’epidemia di Covid-19, l’edizione numero 16 del Festival degli artisti di strada che si tiene a Vernasca (Piacenza), dalle parti di Appennino Cultura non hanno voluto arrendersi.

E così è nato un piccolo Bascherdeis formato internet: sabato 25 Luglio, dalle 20 alle 23, sulla pagina Facebook del Festival andrà in scena un evento in streaming: il comico Adrian Kaye accompagnerà con la sua simpatia e improvvisazione lo spettacolo, in versione short, di dieci gruppi artistici internazionali che si esibiranno in diretta. Il pubblico potrà, alla fine di ogni spettacolo, dare il proprio contributo attraverso una vera e propria campagna crowfounding per raccogliere contributi volontari da assegnare totalmente agli artisti protagonisti.

Com’è nata l’idea lo spiegano da Appennino Cultura: “Avremmo voluto rivivere l’atmosfera unica che ogni anno trasmette la nostra manifestazione, ma abbiamo pensato che al primo posto viene la salute di tutti, e vogliamo dimostrare il nostro rispetto verso gli operatori che hanno rischiato o perso la vita nell’emergenza coronavirus. Abbiamo però deciso di fare la nostra parte, perché il nostro pensiero è rivolto anche al mondo dell’arte di strada, che richiede tante ore di preparazione e professionalità ed è una vera e propria scelta di vita: la precarietà è un rischio del mestiere, ma quest’anno a causa dell’epidemia gli artisti vivono un momento ancora più difficile”.

“Per loro l’evento di sabato sarà anche un modo per capire se può esistere un’alternativa alle classiche modalità di far spettacolo, che non sia a teatro, in strada o negli eventi. Questa effettivamente è una grande sfida, ma ci è parso doveroso. Fino ad ora Bascherdeis e gli artisti di strada sono stati per 15 anni un’unica entità che è cresciuta ed insieme ha stretto forti radici. L’anno scorso, il quindicesimo appunto, il nostro festival è stato riconosciuto tra i più belli d’Italia: un orgoglio per tutti noi. Quest’anno sarebbe stato più semplice rimandare il tutto al 2021. Ma proprio perché è forte il legame che sentiamo verso queste persone che vivono di un amore infinito per il loro lavoro, abbiamo deciso di metterci in gioco sfruttando un mezzo di comunicazione, quello del web, che speriamo possa scoprire in questa iniziativa un feeling nuovo, soprattutto quando questo legame si traduce in aiuto, in dono».

Il mini festival si caratterizzerà dall’originalità della sua formula. I protagonisti si daranno il cambio durante la diretta di sabato. Ciascuno di loro si esibirà per circa quindici minuti, proponendo una versione riveduta del proprio spettacolo, adattato alle esigenze di tempo, ma senza snaturane le caratteristiche peculiari. Cambierà il contesto, che non saranno le strade e le piazze abituali, ma si vedranno spazi ricavati in campagna o tra le mura domestiche. Il presentatore Adrian Kaye si dividerà tra brevi performance e gag all’introduzione degli artisti, intermezzato da mini video di spettacoli passati. Anche i fan di Bascherdeis potranno chattare con l’organizzazione del festival o con gli artisti. Durante la diretta il pubblico potrà “linkare” sulla piattaforma per dare un proprio contributo, proprio allo stesso modo in cui viene data l’offerta nel cappello all’artista che si è appena esibito dal vivo.

L’evento prevede diverse sorprese, che gli organizzatori non vogliono svelare. Di sicuro si sa che uno dei protagonisti, l’artista Fabio Saccomani, ha messo a punto il “metodo Saccomani” per affrontare questo periodo particolare proponendo soluzioni estreme alla cura dal Covid. Altra sorpresa sarà data dai Famiglia danzante, una coppia toscana appassionata di danza che è riuscita a coinvolgere i figli piccoli nella realizzazione di balli di intensa energia ed emotività.

Gli spettatori potranno vedere anche il circo della Compagnia Follemente, il teatro clown di Squascio’ Compagnia, la giocoleria di Raoul Gomiero fino al jazzswing dei Ring of Swing e alla musica tradizionale degli Ars nova Napoli. Nel cast di questo Bascherdeis web sono presenti diversi artisti internazionali. Dal folk rioplatense degli argentini Hacha De Papel allo spettacolo di musica e danza degli inglesi Old Time Rags, fino alla missione spaziale “Rocket Balalaika Speedfolk” dei musicisti russi Cosmonautix.

E per non lasciare Vernasca del tutto orfana del suo Festival, Appennino Cultura ha stretto una collaborazione con i gestori della stagione estiva dell’Antica Pieve proponendo una visione su maxischermo dell’evento in streaming, per tutti quei volontari che in questi giorni sarebbero stati impegnati nella organizzazione della manifestazione vera e propria.

BASCHERDEIS

www.bascherdeis.it

Sabato 25 luglio dalle 20 alle 23 in streaming sulla pagina facebook: https://it-it.facebook.com/bascherdeis/

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.