Baseball, Piacenza beffato nel finale in un derby al cardiopalma foto

Più informazioni su

La partita inaugurale della stagione del baseball dice male al Piacenza, battuto a Codogno 12-11 col punto decisivo maturato all’ultimo inning.

Un derby altalenante che ha vissuto in alternanza momenti di dominio da parte di una squadra e dell’altra e che alla fine, nonostante un’autentica vendemmiata di punti, si è chiuso sul filo di lana col minimo scarto. Inizio tutto da dimenticare per Piacenza che per 5 inning non entra in partita. L’ex di turno Cufrè non riesce ad incidere sul monte di lancio e non riesce a portare a termine nemmeno il quarto inning.

Codogno parte arrembante e col piglio giusto e non a caso arriva a condurre 8-0 dopo cinque riprese, quando nel frattempo Lorenzo Sanna ha rilevato Cufrè.  La prima battuta valida piacentina al quinto attacco ed esce dalla mazza di Pinoia. Il match sembra irrimediabilmente segnato ed invece le sorprese sono ancora dietro l’angolo. Quando al sesto il partente di casa Uttini lascia il mound tutto improvvisamente cambia inerzia. I rilievi codognesi Dolfin, Affetti e Boriotti non trovano la zona dello strike finendo per rigenerare il line-up ospite che, evidentemente con meno pressione addosso, ritrova mordente. E’ a questo punto che Piacenza costruisce una rimonta che possiamo definire epica. La carica la suona il fuoricampo di Chacon al 6° e da quel momento per i codognesi saranno guai. Con le basi costantemente cariche, le valide di Calderon, Pinoia e Caimmi fruttano altri 2 punti (8-4) ed è un vero peccato che sul singolo di Minoia l’inning si chiuda con l’out a casa base di Casana.

Ma il derby è ormai riaperto, perchè al punticino codognese ( 9-4) Piacenza replica con una frazione d’attacco coi fiocchi al 7° che frutta il sorpasso. In un vortice di valide ( Chacon, Calderon, Casana e Caimmi), basi gratuite ed errori difensivi, i dodici uomini che si succedono nel box realizzano qualcosa come 7 punti che generano un miracoloso sorpasso sull’11-9. Sembra fatta, ma invece, si sa, un derby è sempre un derby e allora giù con ancora un grappolo di emozioni. Codogno non demorde e pareggia all’8°, quando Sanna finisce il proprio lavoro lasciando la chiusura a Macak. Dopo otto lunghi e palpitanti inning tutto ricomincia da capo con la parità che rimanda il verdetto all’ultimo inning di gioco. Entrambe le squadre, nonostante tutto, mostrano di avere birra in corpo ed onestamente entrambe meriterebbero il successo. Ma il baseball, quando si esce dal campo, pretende un vincitore e sul filo di lana, con il lancio pazzo di Macak a basi piene, i lombardi trovano il punto della controrimonta che significa finale.

Un derby per forti di cuore sul quale Piacenza può recriminare per lo sciagurato inizio che ha messo tutto tremendamente in salita. Domenica pomeriggio gara2 con inizio alle 15,30.

PIACENZA       0-0-0-0-0-4-7-0-0   11                                                                                                                                         CODOGNO      4-1-0-3-0-1-0-2-1    12

PIACENZA: Minoia 3b, Molina ec, Chacon c, Calderon es, Capra 1b, Gardenghi dh, Pinoia ed, Casana 2b, Caimmi ss. Lanciatori: Cufrè, Sanna L., Macak. All. Agosti.

CODOGNO: Severini 2b, Nani ss/lan, Corio c, Bonvini dh/ec, Alberi es, Dolfini A. ec/lan (Locatelli 2b), Speziali 1b, Boriotti 3b/lan, Dolfini T. ed(Bacciocchi ph). Lanciatori: Uttini, Dolfini A., Affetti, Boriotti, Nani. All. Finetti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.