Calendasco e Sarmato fanno squadra per la ripartenza: al via il piano condiviso per un futuro sostenibile foto

“La pandemia e il lockdown hanno messo in discussione tante nostre convinzioni e comportamenti. Se ripartissimo come se nulla fosse accaduto perderemmo un’occasione unica: quella di ripensare le pratiche sociali ed educative, la costruzione condivisa delle identità locali, la produzione e il lavoro in un’ottica di sostenibilità e resilienza”.

È con questa motivazione che Filippo Zangrandi e Claudia Ferrari, i due giovani sindaci di Calendasco e Sarmato, annunciano che le loro Amministrazioni comunali intendono mettere a punto un Piano della ricostruzione e di volerlo fare coinvolgendo i cittadini e gli attori sociali dei propri territori. Per riuscirci hanno lanciato il cantiere di progettualità condivisa “Calendasco e Sarmato nel 2030”, che consente a cittadini, associazioni, imprenditori, organizzazioni di proporre e discutere idee utili a ripensare il futuro delle due comunità. Le attività sono finanziate nell’ambito del progetto comunitario Shaping fair cities, che punta a promuovere sul territorio gli obiettivi dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite, ossia i 17 obiettivi di sostenibilità da raggiungere nei prossimi 10 anni per salvare il pianeta.

WEBINAR SULL’ECONOMIA CIRCOLARE E SOSTENIBILE – Oggi, giovedì 2 luglio, dalle 17 alle 18.30 si svolgerà il webinar “La sostenibilità è un’impresa?”, l’opportunità per ragionare sul ruolo che le realtà produttive e commerciali possono giocare in questa fase post pandemia nel ripensare i processi e il lavoro in un’ottica di sostenibilità ambientale e di responsabilità sociale. I sindaci Filippo Zangrandi e Claudia Ferrari ne parleranno insieme al vicepresidente di Confindustria Piacenza Nicola Parenti, ad Anna Paola Cavanna, imprenditrice e presidente della Fondazione Carta Etica del packaging, e a Cristiana Braghieri e Giovanni Buttafuoco, titolari dell’azienda Braghieri Plastic srl di Sarmato.

L’invito a partecipare è esteso a tutti gli imprenditori, commercianti, artigiani e agricoltori che desiderino portare la loro esperienza e contribuire al dibattito. L’incontro si potrà seguire in diretta sulle pagine facebook dei comuni di Calendasco e di Sarmato oppure collegandosi alla room di Zoom all’indirizzo: https://us02web.zoom.us/j/3289666935/. Per chi non potesse seguire la diretta, la registrazione del webinar resterà comunque a disposizione su facebook e sul portale https://calendascoesarmato2030.partecipa.online/. Sul sito si possono consultare anche il programma completo degli appuntamenti e delle attività e le informazioni sul progetto Shaping Fair cities, nell’ambito del quale la Regione Emilia-Romagna finanzia le iniziative realizzate a Calendasco e a Sarmato.

IL PROGETTO “CALENDASCO E SARMATO NEL 2030”: 4 WEBINAR, 3 LABORATORI e UNO SITO ONLINE DI PARTECIPAZIONE – Il progetto “Calendasco e Sarmato nel 2030” sarà articolato in diverse attività: webinar (incontri online) a tema ambiente, economia, cultura e scuola, in cui alcuni esperti di profilo locale e nazionale porteranno idee e visioni utili per la ripartenza; laboratori di co-progettazione all’aria aperta, con l’obiettivo di stimolare e coinvolgere i cittadini nella formulazione di proposte per ri-progettare spazi pubblici, attività e servizi; il sito web calendascoesarmato2030.partecipa.online dove chiunque potrà proporre, discutere e votare le migliori idee per la ripartenza. Al termine del processo di partecipazione, infatti, tutte le idee raccolte saranno valutate in termini di fattibilità, coerenza con le linee di mandato e sostenibilità economica e le proposte valutate fattibili saranno incluse nel Piano per la ripartenza che sarà redatto dai due Comuni.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.