Da Gropparello a Chiavari in un week end lungo l’antica “Via dell’Olio”

Synergy lungo la “Via dell’Olio”: sabato 4 luglio Mario Speroni e Marcello Ceresa, atleti del settore Montagna, sono partiti dalla sede del sodalizio di Gropparello (Piacenza) per raggiungere il mare a Chiavari.

Saltata la loro spedizione annua sopra i 4000 metri (s.l.m) causa Covid-19, hanno pensato di percorrere in un weekend l’antica via dell’olio risalendo per la Val Nure. Partiti da Piazza Roma a Gropparello all’alba di sabato 4 luglio, hanno risalito la Val Chero fino a Prato Barbieri per poi entrare in Val Nure svalicando Monte Santa Franca, attraversando Groppallo in direzione Passo Pianazze e arrivando al Passo dello Zovallo, al confine tra Emilia Romagna e Liguria; da qui hanno proseguito addentrandosi nella foresta del Monte Penna per attraversare la zona denominata “Prato Molle”, dove si trova il rifugio del Monte Aiona, per arrivare al passo del Bocco.

Dopo la sosta notturna al Monte Zatta, domenica la coppia è ripartita per affrontare gli ultimi 30 chilometri in terra ligure con obiettivo “Bagni Giardini” di Chiavari, dove lo staff di Synergy in supporto li attendeva: alle 10, dopo aver percorso 130 chilometri in venti ore, Speroni e Ceresa hanno completato il percorso. Sorrisi e soddisfazione all’arrivo: per loro obiettivo centrato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.