Quantcast

La Regione torna nell’Ente Fiera, l’assessore Colla “Operazione importante per Piacenza”

La Regione pronta a tornare ad avere una partecipazione dentro Piacenza Expo. Dopo quanto già fatto filtrare dall’Ente Fiera nei giorni scorsi in occasione dell’assemblea dei soci, un’ulteriore conferma arriva direttamente dall’assessore al Lavoro dell’Emilia Romagna, il piacentino Vincenzo Colla.

A una settimana dalla visita del governatore Stefano Bonaccini a Piacenza, in cui è stato annunciato un piano straordinario di investimenti per il nostro territorio da 12 milioni e 500mila euro, Colla – insieme al sottosegretario Davide Baruffi – nella mattinata del 27 luglio ha incontrato i rappresentanti dei sindacati e delle categorie economiche presso il palazzo della Provincia. “Ho riconfermato agli imprenditori che nelle filiere internazionali una su cui investiremo, anche a Piacenza, è il sistema delle fiere – ha dichiarato a margine della riunione -. Incrementeremo quindi la partecipazione alla Fiera di Piacenza: avevamo deciso di uscire, abbiamo cambiato idea. Ritorniamo partner del progetto industriale, poichè i sistemi internazionali si muovono nelle relazioni e le fiere, in questo senso, sono in grafo di creare relazioni splendide con grandi driver per attrarre investimenti. Si tratta di una operazione molto importante per la città”.

Colla guarda con ottimismo al futuro di un territorio fortemente segnato dal coronavirus: “La città è stata umiliata e offesa dalla pandemia – le sue parole -, tuttavia oggi abbiamo una sanità molto più forte e strutturata grazie alla passione, la devozione e la competenza degli operatori sanitari. Lo dobbiamo a loro se oggi è possibile parlare ancora di sviluppo dell’economia. Bisogna recuperare anche la nuova idea di valore del lavoro pubblico, per un progetto di alleanza con il privato. C’è grande compattezza tra associazioni imprenditoriali e sindacali per fare una proposta strategica, non solo per l’immediato, ma anche per ridisegnare la ripresa di questo splendido territorio per il 2021 – ha aggiunto -. Dobbiamo esserci con idee, proposte, investimenti. Come Regione, abbiamo già specificato come ci siano filiere strategiche su cui investire: la digitalizzazione, i sistemi dell’energia, la filiera dell’abitare e delle infrastrutture, il new deal delle competenze e dei saperi. Il sistema dell’istruzione deve essere partecipe a questa discussione e questa provincia merita di avere una risposta di grande portata”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.