Lotta alla prostituzione, nigeriana arrestata in Grecia grazie alle indagini della Mobile

Lotta alla prostituzione, nigeriana arrestata in Grecia grazie alle indagini della squadra mobile della questura di Piacenza.

Nei confronti della donna era pendente un ordine di carcerazione in seguito all’operazione del gennaio scorso, che aveva visto la collaborazione tra la Squadra Mobile – Sezione Criminalità Organizzata e Straniera -, il Servizio di Cooperazione Internazionale di Polizia, il Centro di Cooperazione di Thorl Maglern, il Servizio S.I.Re.N.E., della Bundeskriminalamt tedesca e della polizia greca e inglese.

Cinque gli arresti (di cui 3 mandati europei, uno dei quali proprio in Grecia), provvedimenti emessi nei confronti di 5 persone di nazionalità nigeriana, accusate di attirare giovani connazionali per farle prostituire in Italia e in Austria, come era stato spiegato lo scorso gennaio. I reati contestati sono riduzione in schiavitù, favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione, con l’aggravante di aver commesso il reato con violenza, minaccia e inganno, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.