Luigi Cavanna nominato “poliziotto ad honorem” per il suo impegno durante la pandemia

Il professor Luigi Cavanna nominato “poliziotto ad honorem”, per il suo impegno a Piacenza durante la pandemia.

Il riconoscimento sarà consegnato stasera, 11 luglio a Roma, in piazza del Viminale in occasione del 168esimo anniversario del Corpo delle guardie di pubblica sicurezza nato l’11 luglio del 1852. Durante la serata – alla quale parteciperanno il premier Giuseppe Conte, il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, il capo della Polizia Franco Gabrielli e il sindaco di Roma Virginia Raggi – saranno ricordate le vittime della pandemia e sarà assegnato il titolo di poliziotto ad honorem a un medico, il piacentino Cavanna, e a una infermiera.

“Mi fa molto piacere ricevere questo riconoscimento, che voglio condividere con i malati e i loro parenti, così come con chi ha operato durante l’emergenza sanitaria, a tutti i livelli: dai colleghi, agli infermieri ai volontari – dice Cavanna -. Proprio in questi giorni si parla di nuovi focolai in Regione e non solo. “Occorre restare prudenti e adottare comportamenti che non richiedono grandi sforzi: mascherina, lavaggio frequente delle mani e distanziamento sociale. Poi è importante procedere a tamponi in situazioni a rischio”. “Quello che ci dà speranza – conclude – è che i casi positivi che ci troviamo a dover curare non hanno sviluppato la malattia nelle forme che abbiamo visto nei mesi scorsi”.

Le congratulazioni di Sandro Chiaravalloti, segretario provinciale Siap – “Apprendo che il Professore Cavanna sarà un mio, un nostro, collega di giubba. Oggi, infatti, in occasione del nostro 168 anniversario, a Roma, in presenza delle massime autorità, gli sarà conferita la nomina a “poliziotto ad honorem”. A nome mio personale e di tutto il Siap (sindacato italiano appartamenti polizia) piacentino, ne siamo onorati. Il nostro motto: #essercisempre, credo proprio sia più che meritato al nostro nuovo collega professore per quello che ha fatto, con i suoi collaboratori, per il Covid e non solo in questo periodo. Ne so qualcosa io personalmente e la mia famiglia, in quanto in un momento disperato e di sofferenza credo proprio che il collega professor Cavanna mi abbia salvato la vita. Per questo, appena possibile, a nome di tutto il Siap piacentino, porterò al professore e nuovo collega la tessera Siap e spero accetti la tessera onoraria al nostro sindacato. Grazie professore”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.