“Paga o ti bruciamo la macchina”, due denunciati per tentata truffa e tentata estorsione

Un appello, pubblicato sui social, finisce con due denunce della polizia per tentata estorsione.

Protagonista della disavventura un giovane piacentino, che su Facebook aveva rivolto un appello per risalire a chi gli avesse danneggiato la macchina, parcheggiata nei pressi di un centro commerciale. Alla sua richiesta hanno risposto due uomini, sostenendo di essere in grado di aiutarlo grazie ad un programma informatico ad hoc, previo il pagamento di una somma pari a 220 euro. Il giovane ha però deciso di declinare l’offerta, rifiuto che i due avrebbero accolto con minacce. “Se non accetti – gli avrebbero detto – ti bruciamo la macchina”.

A questo punto il ragazzo non si è perso d’animo e si è rivolto alla Questura di Piacenza. La squadra mobile è riuscita ad individuare i presunti responsabili: si tratta di un 4oenne e un 52enne, originari di Avellino. Sono stati denunciati per tentata truffa e tentata estorsione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.