“Per ripartire la scuola ha bisogno di investimenti di lungo respiro”

Venerdì 3 luglio alle ore 18 presso l’azienda Agricola “La Magnana” si è tenuta l’iniziativa di presentazione del documento “Per una grammatica della ripartenza”.

Sono state illustrate le 8 proposte concrete per ripartire a settembre con la scuola in presenza. Il documento è stato preparato e sottoscritto da 12 Associazioni Nazionali di insegnanti, educatori, genitori e del Terzo Settore. A Piacenza l’iniziativa è stata organizzata dal Movimento di Cooperazione Educativa e da Legambiente. Erano presenti circa 50 persone, tra le quali l’assessore Papamarenghi, rimasto sino alla fine ed è intervenuto nella discussione. Hanno partecipato inoltre: Manuela Calza della segreteria Nazionale Flc Cgil, la Cgil confederale di Piacenza (rappresentata da Stefania Pisaroni) e l’Flc di Piacenza, l’Unicef con Fernanda Cerri che ha letto un documento concreto sulle cose da fare, gli amministratori di Agazzano e Pontenure, due Dirigenti Scolastiche, docenti e genitori. Erano stati invitati i sindacati, le scuole, lUfficio Scolastico di Piacenza e quello Regionale.

Il Documento è stato presentato da Roberto Lovattini, responsabile provinciale del Movimento di Cooperazione Educativa e Giuseppe Castelnuovo di Legambiente ha puntualizzato alcuni aspetti importanti sulla mobilità e sull’educazione ambientale. Aspetti sui quali Legambiente lavora da tempo nelle scuole e per i quali sono sicuramente indicati a coordinare il lavoro di tutti anche all’interno del Tavolo di Confronto che è stato proposto di istituire. E’ stato messo in evidenza che “se si crede davvero nel rilancio della scuola e non si vuole solo tamponare il momento critico, occorrono investimenti di lungo respiro”.

L’Italia è all’ultimo posto tra i Paesi Ocse come percentuale di spesa pubblica: il 6,9%. (Messico ha il 16,4%, Gran Bretagna 12,2%). Nel documento si propone la ripresa della scuola in presenza con organici adeguati: “Le scuole dovrebbero riprogettare l’indirizzo pedagogico didattico alla luce della situazione in collegamento stretto con il territorio. Al Comune spetterebbe il compito di istituire e coordinare un Tavolo di confronto e progettazione”. In tal senso l’Assessore Papamarenghi si è detto disponibile per la convocazione a breve del Tavolo proposto, di cui faranno parte anche le associazioni proponenti. E’ seguito un ampio dibattito durante il quale sono intervenute le persone presenti. L’iniziativa è terminata alle 20,30 ed stata trasmessa in diretta su facebook.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.