Teco Corte Auto, confermata la 17enne Valentina Roncallo “Qui una grande famiglia, mi farò trovare pronta”

Dopo aver riaperto la palestra, dove oltre 30 giovani hanno ripreso l’attività, l’attenzione del club di tennistavolo Teco Corte Auto si concentra sulla serie A-1, dove oltre alla “baby” di casa, la magiostrina e piacentina doc Arianna Barani, è stata riconfermata la 17enne Valentina Roncallo, ligure di Loano, una delle più promettenti giovani in Italia, in pianta stabile in nazionale Juniores.

Come ti sei trovata a Cortemaggiore?

Molto bene, ho avuto un’accoglienza umanamente perfetta e ho trovato una grande famiglia. Sapevo di arrivare in un club molto conosciuto e stimato in Italia, con un mix importate sia a livello giovanile che nell’attivita assoluta seniores, con un eccellenza sul femminile. Conoscevo bene Arianna Barani, mia compagna in nazionale, e Olga Dzelinska; esordivo in serie A-1 e tutto è stato perfetto, mi sono integrata benissimo in una società ben organizzata, dove quello promesso all’inizio è stato mantenuto e, soprattutto, non ho sentito, né avuto, pressioni da parte di nessuno.

Quindi scelta azzeccata, qualche rimpianto?

Assolutamente nessuno, avevo altre possibilità ma ho fatto la scelta migliore.

C’è rammarico per lo stop forzato del campionato a causa dell’emergenza sanitaria?

Sì, parecchio: ricordo l’ultima apparizione l’8 febbraio con la netta vittoria sull’ostico Norbello per 4-1. In quell’occasione, io ed Arianna abbiamo fatto da staffetta, ho preso più fiducia e ho capito che entrambe potevamo essere un valore aggiunto alla causa: la sensazione, se non la certezza, è stata che si poteva andare molto lontano. Io e Arianna potevamo vincere parecchi titoli ai campionati italiani giovanili juniores, con possibilità di conquistare medaglie e titoli sia nel singolo, che nel doppio e nel misto. Peccato, maledetto coronavirus. 

Rimarrai a Cortemaggiore anche la prossima stagione ?

Sono stata cercata anche da altri club, non me l’aspettavo. Tuttavia, ci ho messo un secondo a mettermi d’accordo con la dirigenza: volevo rimanere a Cortemaggiore. Il club punterà su noi giovanissime, questo per me è importante e cercherò di farmi trovare pronta: accetto la sfida, sempre che il covid non ci fermi nuovamente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.