Teco Corte Auto, l’azzurra Laurenti lancia la sfida “Insieme faremo grandi cose”

E’ il volto nuovo in casa Teco Corte Auto: Jamila Laurenti sarà al via della prossima stagione di A1 di tennistavolo con il club di Cortemaggiore, insieme ad Arianna Barani e a Valentina Roncallo. Una squadra giovane ma che punta in alto.

“Quest’anno mi aspetto grandi cose – afferma -. Ho chiari progetti per il futuro e uno dei tanti obiettivi è sicuramente quello di disputare un ottimo campionato con le mie compagne di squadra e amiche in nazionale juniores”. Classe 2002, originaria di Rieti, Jamila ha iniziato a praticare il tennistavolo all’età di 8 anni, sulle orme del padre, a sua volta giocatore: “La mia prima società – ricorda – è stata “L’isola che non c’era” di Roma e proprio mio papà è stato il mio primo allenatore. La mia famiglia mi ha sempre sostenuta”.

Nel suo curriculum può vantare la qualificazione alle Olimpiadi giovanili di Buenos Aires nel 2018, la vittoria nel doppio ai Mondiali Under 15 nel 2017, l’argento agli Europei giovanili under 18 nel 2019 e nel Top10 europeo in Olanda nello stesso anno, a cui si aggiungono diversi titoli italiani. Per lei, dopo l’ingresso nel settore giovanile della Polizia di Stato Fiamme oro nel 2018, si tratta di un ritorno in A1 dopo due anni: “Cortemaggiore rappresenta una società molto seria, unita come una famiglia. Sono molto contenta di aver scelto di far parte di questa squadra speciale, della quale mi è sempre piaciuto lo spirito il modo in cui sono stati impostati i progetti negli corso degli anni. La carica che hanno allenatori, giocatori e non solo: anche dall’esterno si è sempre notata la presenza di una dirigenza e un presidente ben organizzati che sanno il fatto loro”.

“Personalmente – aggiunge – voglio cercare di formare sin da subito uno spirito competitivo e forte. La mia indole è sempre quella di tirare fuori tutta la grinta e la positività che c’è in me e trasmetterla il più possibile a tutta la squadra. Insieme sono sicura che faremo grandi cose, di sicuro ci proveremo in tutti i modi”.

Sull’attività internazionale aleggia per il momento un grosso punto interrogativo: “Vedremo i programmi che si potranno fare, i campionati europei giovanili di Zagabria sono stati cancellati, purtroppo ora siamo tutti in attesa: l’importante è continuare a lavorare e farsi trovare pronti”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.