Tennistavolo, il Reggio Emilia Ferval parla ancora piacentino: confermato Stefano Ferrini

Più informazioni su

Una “colonia” piacentina in terra reggiana, con un binomio ricco di soddisfazioni sportive e umane che sembra proseguire con convinzione.

Dopo la conferma di Mattia Crotti (mancino di Cortemaggiore) nella rosa di A1, il Tennistavolo Reggio Emilia Ferval vedrà nuovamente tra le proprie fila un altro atleta piacentino, Stefano Ferrini, capitano della formazione (completata dall’altro magiostrino Luca Ziliani e dal mantovano Damiano Seretti) che nella scorsa stagione ha conquistato la promozione nella massima serie italiana. Attaccante destro classe 1990 di Fontana Pradosa, Ferrini si appresta a vivere il suo quinto anno nel sodalizio del presidente Paolo Munarini e sarà uno dei punti di forza della seconda squadra reggiana che militerà in serie B.

“Da parte mia c’è grande soddisfazione – le parole del presidente Paolo Munarini – per l’accettazione della proposta da parte del nostro capitano, artefice della promozione in A1 e che ha deciso di rimanere a Reggio Emilia nella prossima stagione. Dopo aver recepito la disponibilità di Liu Wen Yu, ripartiamo da Ferrini per l’allestimento della seconda squadra: è un ragazzo speciale, che – al di là dell’indiscusso valore tecnico – si è sempre messo al servizio della società e dei compagni di squadra, prima di tutto. La nostra intenzione sarebbe quella di disputare il campionato di B1 maschile, per cui chiederemo il salto di categoria alla Fitet (Federazione italiana tennistavolo)”. Attualmente, infatti, la seconda squadra di Reggio Emilia si trova in B2 dopo la promozione della scorsa stagione dalla C1.

“Dopo l’annata trascorsa – le parole di Ferrini, attualmente numero 59 del ranking italiano – e la storica conquista della massima serie, non avevo alcun dubbio sul fatto che sarei rimasto alla corte del presidente Paolo Munarini. Non appena abbiamo avuto la conferma della promozione in A1, ci siamo confrontati con tutto il gruppo su quello che sarebbe potuto essere il futuro di tutti noi. Il dubbio principale era sulla risposta degli sponsor, ma personalmente ho dato la mia completa disponibilità alla società. Per fortuna, chi ci sostiene ha dato risposte positive e di conseguenza ci siamo attivati tutti insieme per poter organizzare al meglio lo sviluppo della prima squadra della quale, come capitano, sono molto soddisfatto e credo possa disputare un’ottima stagione in A1”.

Quindi aggiunge. “In comune accordo con la società e con i ragazzi che faranno parte della formazione di serie B, faremo richiesta per il salto di passare dalla B2 alla B1. Non mi preoccupa scendere di categoria perché gli obiettivi che ci siamo posti con la società sono molto stimolanti e inoltre avevamo la voglia e il piacere di continuare il percorso tracciato in questi anni a Reggio Emilia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.