Quantcast

Un olio al CBD al giorno toglie il medico di torno

Più informazioni su

Contenuto nelle infiorescenze e nei semi di marijuana, il CBD è un composto chimico che è in fase di test per essere utilizzato come principio attivo farmaceutico per le sue potenzialità curative. Nel frattempo, esso è alla base di molti prodotti che vengono venduti nei growshop o sul web, per cui non è mai stato più facile trovare oli al CBD di alta qualità o concentrati di cannabidiolo (nome per esteso del CBD) sotto forma di semi o di estratti oleosi dai mille utilizzi.

Quel che maggiormente ha attratto il grande pubblico e che ha alimentato il mercato della cannabis light, che è quella che contiene un alto tasso di CBD, sono le proprietà calmanti del cannabidiolo, che hanno una lunga tradizione di utilizzo, fin da molti millenni fa nella medicina cinese. In molti antichi trattati sia di quel paese che di quelli europei nei quali vennero importate queste conoscenze, si legge infatti che la marijuana, che a quei tempi conteneva un tasso relativamente alto di CBD, veniva usato per ridurre gli eccessi d’ira delle persone, per dare loro un senso di quiete e di serenità e anche per combattere l’insonnia. Per lo stesso motivo, al giorno d’oggi, i prodotti a base di CBD vengono largamente usati come rimedio contro lo stress. Dopo lunghe giornate di lavoro, una vita a cento all’ora tra impegni familiari, amicizie e hobby è difficile riuscire a scaricare il nervosismo una volta arrivati alla sera. I ritmi che ci vengono imposti a volte sono troppo serrati e ci possono sopraffare.

Allo stesso tempo, non cedere allo stress è fondamentale, in quanto in primo luogo esso può causare disturbi del sonno e anche insonnia che influenzano notevolmente la vita di tutti i giorni e anche il sistema intestinale, provocando problemi digestivi e spesso aumento di peso. Come se non bastasse, tra le cause di depressione sono annoverati anche gli alti livelli di stress, che contribuirebbero a mantere uno stato d’ansia costante che la nostra mente non riesce a sopportare.

I prodotti al CBD sono in grado sia di agire sui sintomi di questa situazione, che sugli stessi alti livelli di stress, riuscendo a rilassare completamente il corpo. Inoltre, il modo di assunzione della sostanza che è maggiormente preferito tra il pubblico di consumatori è l’olio al CBD, che presenta una versatilità di utilizzo che gli altri non possono avere e che quindi lo rende idoneo a un utilizzo più consapevole e diversificato.

Come si utilizza l’olio ad alto contenuto di CBD – L’olio con alte concentrazioni di cannabidiolo può essere ottenuto o dai semi di canapa, che hanno naturalmente un tasso di CBD molto consistente, oppure dalle infiorescenze di cannabis light, ciò quella varietà di cannabis sativa che è stata modificata al fine di contenere una percentuale di THC minore del limite legale dello 0,2%, mentre il cannabidiolo è presente in percentuali molto più alte.

Questa differente origine corrisponde a utilizzi e sapori sostanzialmente diversi. Quello che si ottiene dai semi, secondo il decreto del Ministero della Salute del 4 novembre 2019, può essere ingrediente per fini alimentari, quando il THC contenuto sia inferiore allo 0,5%. Esso è quindi idoneo a sostituire quello extravergine di oliva che tutti gli italiani hanno in casa, arricchendo la nostra dieta con un concentrato di proteine e acidi grassi insaturi molto benefici per la nostra salute; il sapore alla nocciola, poi, è stato valorizzato per modificare in maniera interessante alcuni piatti della tradizione. Una ricetta che è stata da molti provata è quella del pesto con l’olio derivato dai semi di cannabis, rendendo il condimento nutritivamente più salutare e permettendo di variare un po’ dai sapori di sempre.

Per quel che riguarda l’olio che viene estratto dalle infiorescenze con il metodo della CO2 supercritica oppure facendo passare olio extravergine o di cocco e anche alcool nei fiori per raccogliere la sostanza, l’utilizzo è differente. In prima battuta, è sempre un prodotto di grande livello per l’aromaterapia, dal momento in cui si associano all’esperienza sensoriale di questa pratica il potere rilassante del cannabidiolo, con un risultato che è sostanzialmente raddoppiato rispetto al normale. Per questo da sempre l’olio di cannabis ben si è prestato per questo rito rilassante.

In alcuni paesi, poi, è stata permessa l’assunzione dell’olio per via orale, per godere in maniera più incisiva dell’effetto relax del cannabidiolo e, per dire la verità, anche e soprattutto per sfruttare le altre importanti proprietà curative, che si estendono a patologie molto gravi. In questi casi e in questi ordinamenti, una dose giornaliera di olio al CBD viene prescritta direttamente dal medico, che ne indica la quantità consigliata e anche una assunzione per via orale, che permetta degli effetti più forti e più immediati.

Questi i modi d’uso che maggiormente interessano per gli scopi rilassanti di cui abbiamo parlato, ma non mancano anche utilizzi che si riferiscono a diverse proprietà del CBD.  Si parla in particolare dell’efficacia antinfiammatoria che, tra le altre cose, è un valido aiuto per l’acne o la psoriasi. Per questo motivo l’olio è usato come additivo per le creme di bellezza, che ne sfruttano anche le proprietà idratanti. Queste ultime, poi, interessano anche i capelli, per cui sempre un gran numero di shampoo e balsami contengono questi estratti oleosi.

Qualunque sia la tua necessità, esiste un olio o un altro prodotto a alto contenuto di CBD che possa aiutarti e che puoi acquistare online, anche su Justbob.it.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.