Un regista per i Lyons: preso l’inglese Samuel Lee Katz

Più informazioni su

I Rugby Lyons Piacenza hanno un nuovo numero 10: Samuel Lee Katz arriva dall’Inghilterra via San Donà, e avrà sulle sue spalle il compito di dirigere l’attacco bianconero e sostituire il partente Guillomot.

“Giocatore dal fisico compatto (180cm x 92 kg) – spiega la società in una nota -, le sue doti migliori sono la precisione al piede, sia dalla piazzola (mai sotto l’80% di successo in carriera) che in gioco aperto, e la visione di gioco, che lo rendono una minaccia costante per le linee difensive secondarie degli avversari e gli permettono di attaccare gli spazi aperti in prima persona. A questo aggiunge una buona velocità nel breve e ottime qualità nel passaggio, che lo rendono un ottimo playmaker e organizzatore di gioco”.

“Samuel – continua la nota – si definisce un vero “Rugbista con la valigia”, avendo girato tutta europa durante la sua carriera. Classe 1990 e nato a Londra, Katz muove i primi passi ad alto livello nel Rosslyn Park FC, club militante in terza divisione inglese, ottenendo l’attenzione dei London Harlequins che lo aggregano alla seconda squadra nella stagione 2013/2014. Nel 2014 la prima grande esperienza all’estero: Katz vola in Spagna nel Club El Salvador di Valladolid, una delle piazze storiche del rugby Iberico. Nella stagione 2015/2016 Katz è protagonista della storica doppia vittoria del Campionato e della Coppa Nazionale della sua squadra. Al termine della stagione torna in patria per disputare il suo primo campionato di Championship (seconda divisione inglese) con i Jersey Reds, per poi trasferirsi per due stagioni in Francia nel ProD2, con le maglie di Massy e Beziers. L’ultima tappa del suo personale pellegrinaggio è San Donà, dove nell’ultima stagione si è distinto per la precisione al piede, concludendo con un ottimo 92% dalla piazzola e 53 punti in 12 partite e tenendo San Donà lontano dalla zona pericolosa della classifica. Per la formazione veneta è stato un vero trascinatore, e anche in bianconero avrà molte responsabilità creative e dovrà spesso togliere le castagne dal fuoco. Durante il periodo di lockdown ha registrato alcune puntate di un personale podcast, in cui dialoga con altri rugbisti professionisti dalle esperienze particolari, soprattutto in paesi poco frequentati dal pubblico abituale”.

Il Direttore Sportivo di Sitav Rugby Lyons Stefano Nucci ha commentato così l’arrivo dell’apertura inglese: “Con questo acquisto ci siamo garantiti un innesto importante, un giocatore che può essere un vero leader in campo. Rispetto a Guillomot è un giocatore diverso, si potrebbe dire un numero 10 “vero”: Guillomot attaccava sempre la difesa e sapeva trovare sempre il varco attaccando in prima persona, mentre Katz è un giocatore ordinato, che sa gestire il ritmo della squadra e far rendere al meglio i compagni che gli sono vicino e ha un sapiente uso del piede. Riteniamo che per il gioco che vogliamo impostare possa essere molto utile, e anche come leader per i nostri ragazzi giovani che scalpitano”.

Dopo questa prima settimana di botti di mercato, è giunto il momento di fare un primo bilancio in vista della prossima avventura nel Peroni TOP12: “Con questi primi tre acquisti, a cui dobbiamo aggiungere la possibilità di schierare Lorenzo Masselli quando non sarà impiegato dalle Zebre, per noi un giocatore importantissimo, possiamo dire di essere ritornati “in pari” con le partenze pesanti che abbiamo subito quest’estate. La squadra non è ancora al completo, sappiamo bene dove intervenire ancora, ma ora possiamo procedere con più serenità. Siamo alla ricerca principalmente di un giocatore in grado di ricoprire i ruoli di ala ed estremo e di un altro innesto in prima linea. Siamo consapevoli della situazione generale e non vogliamo fare pazzie e spese folli finchè non ci saranno maggiori garanzie sull’avvio della stagione”.

Samuel Katz è dunque il nuovo regista dei bianconeri. Il pubblico del Beltrametti si è abituato bene negli ultimi dieci anni, in cui ha potuto ammirare mediani d’apertura di altissimo livello come Haimona, Barraud e Guillomot, e sicuramente è pronto ad accogliere anche Katz in questa sua nuova avventura importante.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.