Le Rubriche di PiacenzaSera.it - Cooperazione

Unicoop in assemblea il 10 luglio “Massimo impegno nel fronteggiare l’epidemia”

Assemblea di bilancio per gli oltre 300 soci di Unicoop, la cooperativa sociale piacentina specializzata nella progettazione e gestione di servizi sociali ed educativi, venerdì 10 luglio 2020 in presenza e nel rispetto del distanziamento.

Durante l’Assemblea verranno presentati il bilancio consuntivo 2019, e il bilancio di previsione per il 2020. La cooperativa chiude un anno, il 2019, con un andamento positivo, anzi con una crescita del fatturato del 4% e un incremento occupazionale del 13%. “Il 2019 è stato un anno di cambiamenti e impegni economici – dichiara la Presidente Valentina Suzzani -, cambiamenti perché abbiamo assistito al rinnovo delle cariche con un CDA completamente rinnovato e un nuovo Presidente, e di impegni economici perché è stato rinnovato il CCNL delle cooperative sociali con adeguamenti contrattuali pari al 6% circa. “Il 2020 – continua Suzzani – si presenta con molte difficoltà a causa dell’epidemia che ha investito tutti noi e delle ripercussioni che questa ha avuto sui servizi, ma il Cda si sta già preparando da mesi per affrontare al meglio queste criticità e i cambiamenti che tutto questo porterà”.

Sono 377 gli operatori di Unicoop al 31 dicembre 2019 che lavorano nei servizi per anziani, disabili e prima infanzia. Per quasi la metà di questi nei primi mesi dell’anno Unicoop ha fruito della cassa integrazione a seguito della chiusura per legge a causa del Coronavirus. Nei mesi la situazione è nettamente migliorata: sono stati riaperti 11 Nidi, 8 servizi di assistenza scolastica e si confida a breve i due Centri Diurni per anziani della città. “L’impegno per fronteggiare l’epidemia nelle nostre strutture è stato massimo – prosegue la Presidente – nella fase acuta abbiamo avuto pochissimi contagi nelle nostre strutture, tutti curati internamente, e zero decessi Covid. Poi nei mesi successivi molto impegno è stato dedicato alla riapertura in sicurezza dei servizi chiusi. Ora la sfida sarà a settembre con la partenza del nuovo anno scolastico ed educativo dove occorrerà stabilizzare con nuovi progetti tutte le gestioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.