Addio a Carlo Fortunati, per tanti anni alla guida dei geometri piacentini

Più informazioni su

E’ scomparso all’età di 75 anni Carlo Fortunati, ex Consigliere comunale di Piacenza e a lungo presidente geometri piacentini, categoria professionale per la quale ha profuso sempre grande impegno.

Stimato professionista, era entrato nel Collegio dei geometri nel 1974 per poi ricoprire la carica di Presidente dal 1999 al 2018; era stato inoltre consigliere comunale, come esponente dei Liberali Piacentini, durante l’amministrazione Guidotti.

“PIACENZA PERDE UN PUNTO DI RIFERIMENTO” -“La nostra città – il cordoglio del sindaco Patrizia Barbieri a nome dell’intera amministrazione – perde un punto di riferimento per tanti professionisti che, grazie al suo impegno alla guida della categoria, si sentivano rappresentati con grande attenzione e rispetto. Molti ne ricordano accanto all’impegno professionale e politico, l’amore per lo sport e l’entusiasmo con cui, in particolare, come presidente di Federbocce e come grande appassionato, si dedicò alla promozione di eventi e alla valorizzazione degli impianti cittadini. Il suo contributo alla comunità ha saputo abbracciare molteplici ambiti, nei quali ha messo a disposizione le proprie competenze e l’attitudine alla collaborazione. Siamo vicini ai familiari in questo triste momento”.

“IMPEGNO DISINTERESSATO A FAVORE DELLO SPORT” – Una scomparsa che lascia un profondo vuoto anche nel mondo sportivo piacentino. “Oltre che per il suo prolungato impegno in campo politico ed amministrativo e per le sue capacità professionali – lo ricorda il Delegato provinciale Coni, Robert Gionelli – Carlo Fortunati merita di essere ricordato anche per il suo grande amore per lo sport. Per quasi mezzo secolo, infatti, ha frequentato con grande passione e con ottimi risultati il mondo delle bocce, prima come apprezzato agonista di livello regionale e nazionale e successivamente come dirigente sportivo nei vari sodalizi a cui ha legato il proprio nome, ma anche come Presidente provinciale della Federbocce, che ha guidato per tre quadrienni olimpici fino al 2008 organizzando in prima persona numerose gare”.

Un’autentica passione suggellata nel 2015 con il Premio “Edgardo Franzanti – Una vita per lo sport”, un riconoscimento che il Coni piacentino decise di assegnargli proprio per evidenziare il suo disinteressato e proficuo contributo a favore della crescita dello sport piacentino. Nel ricordo di Carlo – conclude Gionelli -, voglio esprimere ai suoi famigliari – anche a nome di tutti i collaboratori del Coni Point Piacenza – i sensi del più profondo cordoglio”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di PiacenzaSera, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.